Caso Orlandi, si apre la tomba di De Pedis: il mistero della sepoltura a Santa Apollinare

Scritto da: -

renatinodepedis85.jpg

Era stato tumulato il 24 aprile 1990 nella Basilica di Sant'Apollinare in territorio vaticano Renatino De Pedis, boss della banda della Magliana e responsabile secondo quanto dichiarato dalla superteste ed ex compagna Sabrina Minardi, del rapimento di Emanuela Orlandi. Dopo due mesi al cimitero del Verano, De Pedis fu portato in gran segreto nella basilica nei pressi di Piazza Navona, dove si era sposato nel 1988 e in cui era stato sepolto in veste di benfattore.

Grazie alle inchieste per Chi l'ha visto? di Raffaella Notariale, come scrive Barimia, il Vicariato di Roma ha annunciato il via libera da parte dell'Autorità ecclesiastica, su richiesta di quella giudiziaria italiana competente, affinché la tomba di Enrico De Pedis, ritenuto coinvolto nel sequestro di Emanuela Orlandi, avvenuto nel 1983, venga ispezionata e la salma traslata altrove.

Il sospetto, né confermato né smentito, è che le spoglie della Orlandi possano essere state nascoste nella tomba di De Pedis, anche se la Minardi esclude questa pista. Secondo quanto da lei dichiarato infatti, il corpo sarebbe stato gettato in una betoniera. Il pachiderma della giustizia italiana procede lentissimo per fare luce sulla vicenda che rimane ancora oscura.

Da mesi seguiamo gli sviluppi del caso. Dopo le rivelazioni di Sabrina Minardi, ex compagna del boss della Banda della Magliana, anche Maurizio Abbatino, pentito storico della Banda nel corso, aggiunse particolari rilevanti per la ricostruzione dei fatti davanti al procuratore aggiunto Giancarlo Capaldo, come scrive il Corriere della Sera.

La questione dei soldi sporchi è al centro del rapimento: De Pedis e i suoi avrebbero così voluto ricattare il Vaticano. Politica e Società ha seguito negli ultimi due anni gli sviluppi della vicenda con interviste aFerruccio PinottiPino Nicotri (che ha indagato anche sulle preferenze sessuali di Monsignor Marcinkus) e a Raffaella Notariale, la giornalista di "Chi l'ha visto?" che nel 2005 era riuscita a ottenere le foto della tomba e i documenti originali relativi alla sepoltura di Renatino De Pedis nella Basilica di Sant'Apollinare.  

Cliccate sui link per saperne di più… 

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!