Omicidio di Meredith Kercher, forse non è suo il dna trovato sul coltello

Scritto da: -

Nel processo d'appello contro Amanda Knox e Raffaele Sollecito per l'omicidio di Meredith Kercher sono emerse importanti novità.

amanda-knox-30giu.jpg

Importanti novità sull’omicidio di Meredith Kercher: come riporta il Corriere i periti genetico-forensi nominati dalla Corte d’Assise d’Appello di Perugia nel processo contro Amanda Knox e Raffaele Sollecito sostengono che “non è certo che sia di Meredith Kercher la traccia di dna trovata sul coltello ritenuto dagli inquirenti l’arma del delitto della studentessa inglese”.

Gli esperti hanno aggiunto che

“non sono state seguite le procedure internazionali di sopralluogo e di protocollo internazionali di raccolta e campionamento del reperto […] dai tracciati elettroforetici esibiti si evince che il campione indicato con la lettera B (lama del coltello) era un campione Low Copy Number e, in quanto tale, avrebbero dovuto essere applicate tutte le cautele indicate dalla Comunitá Scientifica Internazionale. Tenuto conto che non è stata seguita alcuna delle raccomandazioni della comunitá scientifica internazionale, relativa al trattamento di campioni Low Copy Number non si condividono le conclusioni circa la certa attribuzione del profilo rilevato sulla traccia B alla vittima Kercher Meredith Susanna Cara poichè il profilo genetico, così come ottenuto, appare inattendibile in quanto non supportato da procedimenti analitici scientificamente validati”

Inoltre ci sono dei dubbi sulla perizia generica relativa al gancetto del reggiseno indossato dalla giovane quando venne uccisa:

“Non si può escludere, si legge ancora nelle conclusioni della perizia depositata in mattinata, che i risultati ottenuti possano derivare da fenomeni di contaminazione ambientale e/o di contaminazione verificatasi in una qualunque fase della repertazione e/o manipolazione del reperto”

Sollecito ha commentato così la notizia:

“Dopo quattro anni di buio finalmente uno spiraglio di luce. Uno spiraglio di luce in attesa di arrivare a quella verità e a quella giustizia nelle quali credo molto. Io e Amanda con l’omicidio non c’entriamo”

Anche Amanda si è sfogata:

“È la prima volta che qualcuno mi crede…”

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Cronacaeattualita.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano