Processo Federico Aldrovandi sentenza: Cassazione conferma 3 anni e 6 mesi per poliziotti

Scritto da: -

L'avvocato che ha seguito la famiglia di Federico: "E' una sentenza storica. Speriamo cambi la cultura delle forze dell'ordine".

linoaldrovandi.jpeg

La Cassazione ha reso definitive le sentenze per la morte di Federico Aldrovandi, lo studente di Ferrara che la mattina del 25 settembre 2005 morì in seguito alle percosse subite da quattro poliziotti. Per gli agenti Monica Segatto, Enzo Pontani, Paolo Forlani e Luca Pollastri è stata dunque confermata la pena di tre anni (condonati) e sei mesi. Nei loro confronti verrà anche aperto un procedimento disciplinare.

I poliziotti. per difendersi, hanno sempre sostenuto la tesi che Federico fosse deceduto a causa di uno stato di agitazione psicomotoria. In aula, al momento della sentenza, c’era il papà del ragazzo ucciso. Il vigile urbano che in questi anni si è sempre battuto, insieme alla moglie, per evitare l’insabbiamento delle indagini. Aprendo anche un blog.

Alle sei di mattina di sette anni fa, la pattuglia sorprese Federico a Ferrara - in via Ippodromo - mentre faceva un po’ di “casino”. E si fece prendere la mano, andando oltre, “eccedendo nell’uso della forza”.

Dopo la condanna, Lino Aldrovandi ha commentato con soddisfazione: “Oggi qui si è respirata un’aria di giustizia che vorrei si respirasse in tutti i tribunali italiani. Penso soprattutto a quelli che devono decidere dei casi di Stefano Cucchi, Giuseppe Uva e Michele Ferulli. Con i loro familiari ci sentiamo ormai tutti uniti da uno stesso dolore e dalla stessa ricerca di verità”. L’avvocato Fabio Anselmo, che segue anche gli altri casi, ha aggiunto: “Questa è stata una sentenza storica. Speriamo che cambi la cultura delle forze dell’ordine”.

Nella requisitoria, il sostituto procuratore della Cassazione Gabriele Mazzotta ha in effetti ricostruito così quella notte: “In una sorta di delirio, agendo come schegge impazzite, anzichè come responsabili rappresentanti delle forze dell’ordine, i poliziotti ritennero di trovarsi davanti a un mostro dalla forza smisurata che aveva solo tirato un calcio a vuoto, e lo hanno immobilizzato, percosso fino a farlo ricoprire di ematomi”. E’ stata giudicata “irrilevante” la droga assunta da Federico. Per il Pg, infine, il giovane è morto “per il trauma a torace chiuso”, provocatogli con “percosse da schiacciamento quando era già ammanettato” e “c’è stata cooperazione colposa per via della comune scelta di azione, della consapevolezza di agire insieme che avrebbe imposto di controllare anche quello che facevano i colleghi e di regolarlo. Invece gli agenti hanno trasceso colposamente i limiti consentiti al loro intervento”.

Alla famiglia Aldrovandi sono arrivati messaggi di solidarietà da Amnesty International, che ha ricordato i depistaggi tentati dalle istituzioni. Tra l’altro, è in piedi un altro processo a carico di colleghi dei quattro agenti condannati: avrebbero tentato in tutti i modi di coprirli. Patrizia Moretti, la mamma di Federico, ha detto: “Non mi importa se e quando sconteranno la condanna, mi interessa sapere se faranno ancora parte della polizia oppure no. Quei quattro poliziotti, quella mattina, hanno fatto morire mio figlio”.

Federico Aldrovandi: poliziotti condannati Federico Aldrovandi: poliziotti condannati Federico Aldrovandi: poliziotti condannati Federico Aldrovandi: poliziotti condannati Federico Aldrovandi: poliziotti condannati

LINK UTILI:

Festival Giornalismo: il documentario “E’ stato morto un ragazzo”

Federico Aldrovandi: l’amarezza della mamma in un post

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 44 voti.  
 
Aggiorna
  • nickname Commento numero 1 su Processo Federico Aldrovandi sentenza: Cassazione conferma 3 anni e 6 mesi per poliziotti

    Posted by:

    Devono buttare via la chiave schifosi!!!!!!!! Scritto il Date —

  • nickname Commento numero 2 su Processo Federico Aldrovandi sentenza: Cassazione conferma 3 anni e 6 mesi per poliziotti

    Posted by:

    Inetti voi e chi vi ha fatto entrare nel corpo, vergogna Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Cronacaeattualita.blogosfere.it fa parte del canale Blogo News di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano