Costa Concordia, rinvio a giudizio per Francesco Schettino: tutte le imputazioni

Scritto da: -

La Procura di Grosseto ha chiesto il processo per l'ex comandante della Costa Concordia Francesco Schettino.

Immagine di anteprima per schettinofrancesco.jpg

Chiesto il rinvio a giudizio per l’ex comandante della Costa Concordia Francesco Schettino per omicidio colposo plurimo, lesioni colpose, naufragio, abbandono di nave.

Il procuratore capo di Grosseto Francesco Verusio ha spiegato (fonte Ansa):

“Non può non sottolinearsi la smisurata responsabilità di Schettino e la impressionante serie di errori commessi in tutte le fasi della vicenda, a partire dalla manovra scellerata e fino alla criminale gestione dell’emergenza, conclusasi con l’abbandono della nave e delle persone, inermi e terrorizzate a bordo”

Inoltre:

“Si vuole ribadire che la vicenda non presenta alcun ‘mistero’ irrisolto, come invece da alcuni a suo tempo incautamente ventilato […] ad oggi non può che ripetersi come, pure all’esito di sofisticatissime indagini su tutti gli aspetti rilevanti, la causa determinante degli eventi di naufragio, morti e lesioni sia purtroppo riconducibile al ‘fattore umano’. Allo stato degli atti e avuto riguardo alla completezza dell’attività investigativa svolta non sussistono perplessità di qualche rilievo in merito allo svolgimento dei fatti”

Chiesto il processo anche per due ufficiali in plancia, il timoniere, l’hotel director e Roberto Ferrarini.

Le parti offese del naufragio saranno avvisate dalla procura con un video su YouTube, dove si informerà di aver chiesto l’archiviazione al gip per alcuni ufficiali a bordo e l’archiviazione dell’accusa di distruzione dell’habitat naturale per Schettino.

Intanto è stata trasmessa al gip la richiesta di patteggiamento fatta da Costa Crociere spa per “illecito amministrativo dipendente dai reati di omicidio colposo plurimo e lesioni colpose plurime, aggravati dalla violazione delle norme antinfortunistiche”.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!