Guerra e povertà in Siria: Pam assisterà più persone

Scritto da: -

Il numero di persone a cui portare aiuti e cibo aumenterà progressivamente. Il Pam aiuta anche i siriani che sono scappati dal Paese in guerra.

160599833.jpg

Il Pam, Programma alimentare mondiale, ha manifestato l’intenzione di estendere il numero di persone che ricevono assistenza alimentare in Siria, dove infuria la guerra civile. Da 1,5 milioni al mese si vuole arrivare a 2,5 milioni nel mese di aprile. Lo ha annunciato oggi a Ginevra la portavoce dell’agenzia Onu, Elisabeth Byrs.

“Il Pam vuole raggiungere 1,75 milioni di persone a febbraio. Progressivamente saliremo a due milioni a marzo e a 2,5 milioni in aprile. Le razioni distribuite includono riso, olio, lenticchie, cibo in scatola e zucchero per un totale di 1.700 calorie a persona al giorno”.

Il governo siriano, alle prese con gravi carenze sia di benzina sia di pane, ha accettato la proposta del Pam di importare carburante e farina a scopi umanitari. L’agenzia prevede dunque di importare fino a 2,5 milioni di litri di carburante ogni mese per il trasporto degli aiuti umanitari. Nel Paese diviso in due, il Pam è uno dei pochissimi organismi che riesce a raggiungere sia le zone controllate dal governo sia quelle sotto il comando dell’opposizione. 

“Sfruttiamo ogni possibilità per portare aiuti” ha aggiunto la portavoce. “Ci sono ancora zone pericolose e ci sono alcune aree, come la città vecchia di Homs e alcune parti a nord di Aleppo vicino alla frontiera turca, che restano inaccessibili a causa dei pesanti combattimenti”. Il Pam assiste anche i rifugiati siriani che hanno passato la frontiera: il totale è arrivato a 755mila, di cui oltre 255mila solo negli ultimi due mesi. Quasi l’80 per cento dei rifugiati sono donne e bambini. 

Credit image by Getty Images

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!