Papa Francesco: "Fame nel mondo, i potenti della Terra saranno giudicati davanti a Dio"

Il monito alla messa per l'apertura dell'assemblea generale di Caritas

Monito di Papa Francesco ai potenti del mondo, in occasione della messa a San Pietro per l'apertura della ventesima assemblea generale di Caritas Internationalis.

Il tema trattato è quello della fame nel mondo, il messaggio di Bergoglio è chiaro: tutti devono aiutare le persone in difficoltà e senza cibo. Francesco si rivolge alla gente comune ma un severo monito è rivolto alle persone che hanno il potere: "Ricordate ai potenti della Terra che Dio li chiamerà a giudizio un giorno".

"Il pianeta ha cibo per tutti, ma sembra che manchi la volontà di condividere con tutti, preparare la tavola per tutti, e chiedere che ci sia una tavola per tutti. Fare quello che possiamo perché tutti abbiano da mangiare, ma anche ricordare ai potenti della terra che Dio li chiamerà a giudizio un giorno, e si manifesterà se davvero hanno cercato di provvedere il cibo per lui in ogni persona e se hanno operato perché l'ambiente non sia distrutto, ma possa produrre questo cibo", così Bergoglio unendo i temi della fame e dell'ambiente.

Nel corso della messa, Bergoglio ha parlato del ruolo della Caritas: "Chi vive la missione di Caritas non è un semplice operatore, ma un testimone di Cristo. Una persona che cerca Cristo e si lascia cercare da Cristo; una persona che ama con lo spirito di Cristo, lo spirito della gratuità, del dono".

Francesco ha poi toccato il tema delle violenze ai cristiani: "Pensando alla tavola dell'Eucaristia, non possiamo dimenticare quei nostri fratelli cristiani che sono stati privati con la violenza sia del cibo per il corpo sia di quello per l'anima: sono stati cacciati dalle loro case e dalle loro chiese, a volte distrutte... rinnovo l'appello a non dimenticare queste persone e queste intollerabili ingiustizie".

Ti potrebbe interessare anche:

Outbrain

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati