Viareggio, sale il bilancio dei morti mentre proseguono le indagini sulla tragedia

funviareggio2.jpg

Nella notte a due giorni dai funerali solenni è salito il bilancio della strage di Viareggio: è morta una 24enne ricoverata nel centro grandi ustionati dell'ospedale Villa Scassi di Sampierdarena che aveva riportato ustioni sul 70% della superficie corporea. Nella stessa struttura sono ricoverati la madre con ustioni sull'80% del corpo e un uomo con ustioni sul 90% del corpo (foto Corriere).

Proseguono intanto le indagini per fare chiarezza su quello che è successo lo scorso 29 giugno nella stazione ferroviaria della città toscana. Tra le ipotesi della procura c'è quella di istituire una commissione di esperti.

Bisogna infatti verificare se c'era la possibilità di limitare le conseguenze dello scoppio di gas gpl avvenuto in seguito al deragliamento del treno merci che lo stava trasportando.

Ovvero gli esperti dovrebbero accertare se fossero state prese tutte le precauzioni necessarie a evitare parte degli effetti dello scoppio, in riferimento a modalità del trasporto e scenario del disastro.

Gli investigatori stanno esaminando i documenti provenienti dalla Germania dalla Jungenthal, la società controllata dalla società proprietaria del vagone (Gatx) per trovare eventuali anomalie. La Jungenthal è una delle officine incaricate della manutenzione. La Eba, l'agenzia tedesca per la sicurezza per il trasporto ferroviario, insieme alla Procura analizzerà i piani di manutenzione e i documenti di officina.

Inoltre si dovranno vagliare le normative nazionali ed europee sul trasporto merci e i vari contratti stipulati prima della tragedia.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO