Feste di San Firmino, uomo muore nella corsa dei tori di Pamplona

sanfirmino.jpg

La festa di San Firmino a Pamplona quest'anno si è trasformata in tragedia: c'è stato infatti un morto nelle tradizionali corse con i tori nelle stradine del centro che si svolgono per otto giorni ogni anno. Un "corredor" è stato incornato questa mattina da un toro e sono numerose le persone che sono rimaste ferite durante le prime quattro corse.

Non è stata ancora resa nota l'identità della persona uccisa, ma si sa che l'uomo è stato incornato al collo durante una corsa caotica e pericolosa (foto Corriere).

Il toro "Capuchino", il numero 106 dell'allevamento di Jandilla, si è staccato dal gruppo degli altri ed è rimasto isolato in mezzo a decine di persone. Ad un tratto ha iniziato a dare colpi di corna fra la gente che lo circondava.

Il corredor incornato è stato colpito più volte ed è stato trasportato in ospedale già gravissimo con ferite al collo e al petto.

Le feste di San Firmino cominciano con il lancio del chupinazo (razzo) dal balcone del consiglio della città a mezzogiorno del 6 luglio e finiscono a mezzanotte del 14 luglio. Il momento più famoso della festa è l'Encierro, la corsa dei tori lasciati liberi di correre tra la folla. In questi anni gli animalisti hanno duramente protestato contro il maltrattamento dei tori durante la corsa e per protesta si sono svolte delle corse di animalisti nudi.

Dal 1911 sono morte 15 persone a causa delle ferite riportate nell'Encierro. Il decesso di questa mattina è il primo dal 1995 a oggi.

  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO