Rho, non accetta la separazione dalla moglie: la uccide e poi si spara davanti ai figli

ambulrho.jpg

UPDATE! h. 11.40
I due sono stati identificati. Si chiamano Cristina Messina e Piero Amariti.

UPDATE! h. 11.10
La moglie aveva già denunciato il marito.

Un copione che purtroppo si ripete molto spesso. In una strada di Rho, in via Rossini, questa mattina intorno alle 8.30, sono state trovate due persone morte a terra, uccise da colpi d'arma da fuoco. Gli inquirenti hanno pensato immediatamente che si trattasse di un nuovo caso di omicidio-suicidio maturato in un contesto familiare.

I due, un uomo e una donna, entrambi di 34 anni, infatti erano sposati e lasciano due figli. Accanto a loro l'arma del delitto, una pistola, trovata in strada dai Carabinieri. Quando è intervenuto il personale del 118 non ha potuto fare altro se non constatare la morte dei due giovani.

La donna era figlia di un carrozziere e il marito lavorava con il padre in un'agenzia di pratiche assicurative. Secondo una prima ricostruzione l'uomo avrebbe impugnato la pistola e avrebbe sparato almeno un paio di colpi contro la moglie che avrebbe cercato di scappare, ma è morta sul colpo.

Poi avrebbe rivolto l'arma contro di sé e si è suicidato. I loro due figli piccoli avrebbero assistito al dramma, visto che erano in casa e il fatto è avvenuto a pochi passi dalla loro abitazione.

Sono ancora poche le ipotesi sulla motivazione che avrebbe spinto l'uomo a compiere questo gesto estremo: la coppia era separata, ma viveva ancora sotto lo stesso tetto.

Solo un mese fa un altro uomo, Massimo Merafina, aveva brutalmente ucciso a coltellate sua moglie Monica davanti agli occhi del figlio. Per colpa di tutta la co­caina che aveva sniffato la mattina dell'omicidio Merafina aveva infierito con violenza sul povero corpo della sua ex, urlandole insulti, convinto che lei avesse un amante.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO