Massacro di Novi Ligure, Erika De Nardo parla dieci anni dopo: "Vorrei una famiglia e dei figli"

erikaden.jpg


Tutti hanno diritto ad una seconda occasione? Su Repubblica di oggi si parla del delitto di Novi Ligure: anche dieci anni dopo 97 coltellate pesano ancora come macigni.


Tra un anno Erika De Nardo sarà libera. Il suo ex fidanzatino dell'epoca, Omar Favaro, è già uscito dal carcere un anno fa, e oggi fa il giardiniere.


Il tempo sembra essersi fermato, come spiega il quotidiano:


"La villetta è rimasta com'era, il padre ha ritinteggiato le stanze con gli identici colori pastello, dopo avere lavato il sangue da solo"

Resta difficile giudicare la vicenda stando all'esterno. Soprattutto quando davanti a te hai Francesco De Nardo, il padre di Erika, rimasto sempre composto nella sua tragedia.


Mai una parola, mai un'intervista, ma anzi, sostegno massimo a quella figlia che gli ha portato via le persone più care:


"Devo proteggerla, al limite anche da se stessa. Una ragazza della sua età deve per forza avere un futuro. Ma quando la guardo, a volte penso: dove ho sbagliato?"


"Erika è cambiata", aveva detto la nonna Giuliana in occasione della laurea in filosofia della stessa persona che, nel giro di pochi minuti, è stata capace di trucidare sua madre e massacrare suo fratello, insieme al suo fidanzatino.


Non ce n'è. E' impossibile non ripensare a quel delitto efferato quando si guarda in faccia questa ex ragazzina. Che a chi l'ha incontrata ha raccontato:


"Voglio una vita normale, devo ricostruire, devo recuperare il tempo. E quando sarò fuori, voglio una famiglia e dei figli"


 


(fonte immagine)

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO