Grosseto, cavalli maremmani destinati al macello: la denuncia dell'Enpa

Grosseto, cavalli maremmani destinati al macello per colpa di uno sfratto. Si mobilitano Lav e Enpa per salvarli, c'è solo un mese di tempo

cavalli.jpg


Una terribile storia che vede protagonisti alcuni cavalli maremmani, che rischiano di finire al macello perché l'allevatore è stato sfrattato e deve lasciare il terreno nella tenuta di Sticciano a Roccastrada (Grosseto) di proprietà una nobile famiglia toscana. La notizia è stata riportata dal Corriere. La verità però sarebbe un'altra:


"Secondo l'Ente nazionale protezione degli animali, gli animali sarebbero affamati, mal governati e alcuni sarebbero morti di stenti. Insomma, per Marlena Giacolini, presidente grossetana dell'Ente nazionale protezione animali, Lauro Rossi non sarebbe affatto una vittima degli eventi avversari, ma un allevatore incapace"


La Giacolini ha commentato:


"Ho presentato un esposto all'Asl e oggi formalizzerò una denuncia alla procura della Repubblica perché ho trovato nell'allevamento una situazione di abbandono. Rossi non è una persona malvagia e certamente non è l'orco dei cavalli, ma è in incapace di gestire oltre cinquanta animali da solo. Ho trovato cavalle incinte magrissime, carcasse e incuria. Adesso cerchiamo di soccorrere queste povere bestie, poi penseremo anche a salvarle dal macello"

L'allevatore smentisce le accuse, ammettendo che vi sono stati dei decessi di animali 'per cause naturali' e che ogni giorno ha custodito e portato da mangiare ai puledri.


Adesso tocca ai veterinari dell'Asl verificare la situazione e prendere provvedimenti. Se i presunti maltrattamenti saranno confermati, i cavalli saranno sequestrati.


I tempi però sono strettissimi. Giacomo Bottinelli, responsabile Lav di Grosseto, ha lanciato l'allarme:


"Ci stiamo impegnando per salvare questi cavalli, ma non sarà facile perché sono troppi e trovare un luogo che li ospiti è un'impresa. Dobbiamo però sottolineare come le lacrime di chi alleva animali siano il pianto del coccodrillo. Lo sfruttamento dei cavalli, come di qualunque altro animale 'da reddito', si conclude sempre nello stesso modo: la morte violenta dopo una vita di produzione, in un maneggio o a trainare carrozze"


C'è solo un mese di tempo per trasferirli prima che lo sfratto diventi esecutivo. Prima che finiscano al macello.


 


(fonte immagine)

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO