Strage di Erba, confermato l'ergastolo per Olindo Romano e Rosa Bazzi

romanoerba.jpg


La prima sezione penale della Cassazione ha confermato l'ergastolo per Olindo Romano e Rosa Bazzi, i coniugi accusati della strage di Erba: l'11 dicembre 2006 la coppia uccise la vicina di casa Raffaella Castagna con il figlio di 2 anni Youssef, sua madre Paola Galli e la vicina di casa Valeria Cherubini.


Mario Frigerio, l'unico sopravvissuto, ha commentato al telefono con il suo legale:


"Giustizia è stata fatta"


Giuseppe Castagna, il fratello di una delle vittime, ha aggiunto:


"Dopo cinque anni di dolore ci sentiamo in diritto anche di esultare"

Valentina Vasino, consulente della difesa, invece resta convinta dell'innocenza di Rosa e Olindo:


"Alcuni nostri rilevi non sono stati presi in considerazione. Mi riferisco in particolare al fatto che la signora Galli è stata inseguita e finita a casa sua. Oppure al fatto che uno dei soccorritori ha sentito urlare la signora 'aiuto' e questo è impossibile farlo con la lingua tagliata in cinque parti. La signora ha gridato aiuto sicuramente in presenza degli assassini, ma mai nessuno ha visto uscire qualcuno da quella casa"


Anche Azouz Marzouk, marito di Raffaella Castagna, come leggiamo su IlRiformista in un'intervista realizzata ad aprile in Tunisia da un inviato di 'Quarto Grado' aveva affermato che era meglio riaprire il caso. Giuseppe Castagna aveva però commentato così le sue parole:


"Oltre al dolore insopportabile di quello che le nostre famiglie hanno subito, ci tocca anche questo, dobbiamo andare in televisione a difenderci e a difendere l'operato di giudici e magistrati contro una vergognosa campagna di disinformazione"


 


(immagine tratta da questo video)

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO