"Woman2drive", la solidarietà per le donne saudite corre in rete

Dopo l'arresto di Manal Sharif sono molte le donne saudite che hanno risposto all'appello lanciato da Woman2drive, contro il divieto che impedisce loro di guidare.

driversaudi.jpg


Sono state moltissime le donne saudite che hanno risposto all'appello lanciato da Woman2drive, contro il divieto che impedisce loro di guidare. Leggiamo su Repubblica che


"Tantissime donne saudite si sono messe al volante per la prima manifestazione ufficiale dal 1991, quando un gruppo di pioniere velate lanciò il guanto di sfida all'unico paese al mondo che proibisce ancora alle donne di guidare"


La protesta si è svolta ieri e sembra che non ci siano stati fermi. Le aderenti alla mobilitazione hanno raccontato tutto su Facebook, Twitter e Youtube, anche caricando video dimostrativi.


Spiega il quotidiano che


"La campagna 'Io guido', lanciata due mesi fa sui social network, andrà avanti fino alla pubblicazione di un decreto reale che autorizzerà le donne a guidare, secondo quanto si legge nella pagina facebook degli organizzatori"


Il 22 maggio scorso la 26enne Manal Sharif è stata arrestata per aver caricato su YouTube un filmato che la ritraeva alla guida, ed è stata rilasciata nove giorni dopo grazie ad una ritrattazione.

Ecco il filmato:


Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO