Genitori 'troppo anziani', il tribunale toglie loro la figlia di un anno e mezzo

Il Tribunale di Torino ha dichiarato adottabile la figlia dei coniugi Deambrosis, che la richiedono in affidamento.


Sta facendo molto discutere la vicenda della famiglia Deambrosis, 70 anni lui, 58 lei, che grazie all'inseminazione eterologa effettuata all'estero hanno messo al mondo una bambina che oggi ha 16 mesi.


Il Tribunale di Torino ha stabilito che la bimba sarà adottabile da un'altra famiglia e i giudici hanno precisato che la decisione non è stata causata dall'età dei genitori, ma da "episodi di abbandono" e dalla "mancanza di presupposti per un recupero delle funzioni di genitori".


La piccola vive già da 15 mesi presso una famiglia affidataria. Leggiamo su La Stampa:


"Un passo indietro è doveroso. Perché se è vero che nelle 16 pagine della sentenza del Tribunale si pone molto l'accento 'sull'eccessivo desiderio di genitorialità' della coppia, è altrettanto vero che esiste un antefatto, oggetto di una causa penale per abbandono dei minori. Viola aveva appena un mese quando venne notata piangere disperata, da sola, sull'auto del papà vicino a casa, a Mirabello, un paese di mille anime poco distante da Casale Monferrato. 'Stavo scaricando la spesa, mentre mia moglie era andata a farsi una puntura, ma non ho mai perso di vista né la bimba, né l'auto' si difende Luigi Deambrosis. 'La bambina è rimasta sola sull'auto, non vigilata in modo costante, 40-45 minuti - scrivono i giudici -, il padre si è riavvicinato alla bambina senza mostrare allarme per il suo pianto e la madre, quando torna a casa, chiede al marito come sta la figlia, lui risponde bene senza dirle che è in auto, lei sale le scale e va al piano di sopra senza accertarsi della presenza e delle condizioni della figlia'"

I genitori della piccola però rigettano ogni accusa e a febbraio affronteranno l'udienza preliminare. Ha raccontato la mamma:


"Quando ci siamo sposati, nel '90, avevo 36 anni. Quando ho visto che non rimanevo incinta, mi sono sottoposta ad oltre 10 tentativi di fecondazione assistita in Italia. Tutti falliti. Cosa dovevo fare? Arrendermi? Io e mio marito ci siamo interrogati a lungo sull'opportunità di andare avanti e così abbiamo deciso di rivolgerci all'estero per l'eterologa"


I coniugi avevano inoltrato anche due richieste di adozione: la prima nel '99, la seconda nel 2003. Entrambe però sono state respinte.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO