Omicidio Garlasco Anniversario: Chiara Poggi, ancora non c'è un colpevole

A cinque anni di distanza, la famiglia non si arrende: "Vogliamo la verità su Chiara"

pazzini.jpg 


Sono passati cinque anni, un lustro. Un periodo lungo, ma che sembra aver fermato il tempo per mamma Rita e papà Giuseppe, i genitori di quella Chiara Poggi che, il 13 agosto del 2007, fu ucchisa nella villetta di via Pascoli a Garlasco, località in provincia di Pavia che prima dell'evento in questione era conosciuta più per le Rotonde, famosa discoteca. Ora, però, dopo le due assoluzioni per Alberto Stasi, non rimane che l'ultimo gradino della giustizia, il prossimo 5 aprile in Cassazione.

Rita e Giuseppe non demordono: "Vogliamo sapere chi ha ucciso Chiara - il loro ritornello - se nulla potrà ridarcela, ci aspettiamo almeno di avere giustizia". Due processi, due assoluzioni per l'allora fidanzato Alberto Stasi. Si torna in aula il 5 aprile, ci sono i giudici della Cassazione chiamati a mettere definitivamente la parola fine a questa tragedia. Che potrebbe rimanere un delitto irrisolto.


E' assai difficile, infatti, che i giudici possano rimettere in discussione i precedenti verdetti. Oggi, come ogni anno, messa in suffragio nella chiesa parrocchiale per ricordare Chiara: "Chiara - dice Alberto Stasi - rimane e rimarra' parte della mia vita". Ma purtroppo c'è chi non gli crede.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO