Scontri a Roma 14 novembre 2012: 16 feriti tra le forze dell'ordine

Vera e propria guerriglia sul Lungotevere: 18 persone fermate, tre sono state arrestate. I politici condannano la violenza, Grillo sta con i cittadini.

scontriroma14.jpg


Guerriglia sul Lungotevere per diverse ore durante la manifestazione contro le politiche di austerity del governo. Il bilancio è pesante: 16 tra agenti di polizia e carabinieri sono rimasti feriti, due sarebbero in condizioni gravi. 


Diciotto le persone che sono state fermate per l'identificazione: tra loro anche una donna e un minorenne. Sono stati portati tutti in questura e alla caserma dei carabinieri. Al vaglio anche la posizione di 126 persone fermate sul ponte Sublicio, vicino al porto di Ripa Grande: qui sono stati trovati caschi e scudi. Tre sarebbero al momento gli arresti: tra questi, un operaio di 39 anni.

Alcuni manifestanti avevano progettato la guerriglia, nascondendo armi in una fioriera in via Portico d'Ottavia, nel ghetto di Roma. Dentro uno zaino nero c'erano tre manici di piccone lunghi 50 centimetri, due martelli da carpentiere, una maschera anti-gas, sette torce e sei fuochi d'artificio.


Dicevo dei feriti tra le forze dell'ordine: cinque appartengono all'Arma dei carabinieri, 10 sono agenti di polizia, uno è un funzionario di Polizia. Da registrare poi alcune cariche contro gli studenti che sfilavano con jeep blindate. Durante il loro passaggio, i manifestanti hanno rotto specchietti, segnali stradali e cassonetti in ghisa. Bottiglie, sassi e petardi, invece, sono serviti per combattere le forze dell'ordine che hanno dovuto usare anche i lacrimogeni per disperdere la folla.


La Cgil ha espresso la propria condanna per gli episodi di oggi a Roma: "La Cgil condanna, con estrema fermezza e massima intransigenza, tutti gli episodi di violenza che si sono registrati oggi in alcune città italiane, ed esprime piena solidarietà a tutti coloro che hanno subito aggressioni e attacchi''. Lo si legge in una nota della Cgil con la quale si sottolinea che l'unico obiettivo di questi atti ''inaccettabili'' è di oscurare le legittime rivendicazioni di migliaia di lavoratori che hanno protestato pacificamente.


Le reazioni politiche non si son fatte attendere. Mentre Beppe Grillo, sul suo blog, sferza le forze dell'ordine: "Soldato blu non ti senti preso per i fondelli a difendere l'indifendibile, a non schierarti con i cittadini? Togliti il casco e abbraccia chi protesta, cammina al suo fianco", Pierluigi Bersani commenta: "Gli incidenti e la violenza finiscono per oscurare le motivazioni e le libere espressioni di protesta". Dello stesso tenore le dichiarazioni di Nichi Vendola: "La violenza rischia di rendere opaco il senso di una giornata straordinaria come quella di oggi". 


LINK UTILI:


Sciopero dei mezzi pubblici 16 novembre e blocco del traffico 18 novembre: rinviati.


Sciopero treni 13 e 14 ottobre 2012: tutti i dettagli e le informazioni utili.


Sciopero treni 13 e 14 ottobre 2012: Trenitalia, tutti i dettagli.


Sciopero 2 ottobre 2012: martedì nero per i trasporti, a Milano tensioni con i pendolari.


Sciopero 14 e 16 novembre 2012: tutti i dettagli sulle agitazioni in programma.



Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO