Inondazioni in Canada: tre morti, evacuata Calgary

Quartieri senza elettricità, almeno 100mila persone costrette a lasciare le case. Scuole e negozi chiusi a Calgary.

calgary.jpg


Gravi inondazioni in Canada, nell'Alberta, regione meridionale del Paese nordamericano. Si contano già tre morti, le autorità si sono viste costrette a evacuare Calgary. Nello stadio dell'hockey della città, l'acqua ha raggiunto l'altezza della decima fila. Il centro della città, che nel 1988 ospitò i Giochi olimpici invernali, è stato completamente evacuato. 


Il primo ministro canadese Stephen Harper ha definito il livello dell'allagamento "scioccante". Il livello dell'acqua pare essersi stabilizzato, ma Harper ha aggiunto di non sapere se la situazione peggiorerà ancora oppure se l'emergenza è ormai alle spalle. 

"Questo è incredibile. In passato, avevo visto qualche inondazione a Calgari, ma penso che nessuno in precedenza avesse mai visto una cosa simile. Siamo tutti preoccupati". Secondo il sergente di polizia, Patricia Neely, delle tre persone che hanno perso finora la vita, solo due corpi sono stati già recuperati nelle acque del fiume Highwood. 


Le stime ufficiali parlano di 100mila persone che hanno dovuto lasciare le proprie case. I fiumi Bow ed Elbow sono usciti dagli argini. Sott'acqua è un'intera zona grande come lo stato di  New York. Sono impegnati nei soccorsi migliaia tra militari, volontari e agenti della protezione civile. A Calgary, in particolare, scuole e negozi sono chiusi e i ponti sono impraticabili. In alcuni quartieri, manca anche l'elettricità.


Foto | © Getty Images

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO