Milano, aggredita alla fermata del bus: rischia uno stupro, passanti indifferenti

Una donna è stata aggredita lunedì notte a Milano, e nessuno si è fermato ad aiutarla

Lunedì notte a Milano, intorno all'1, una donna di 32 anni stava aspettando l'autobus in via Rogoredo, di fronte alla stazione. La giovane, un'operaia, è stata avvicinata da un uomo in bici, che ha cominciato a importunarla e a palpeggiarla. Lei ha reagito, ma l'uomo l'ha inseguita. Si è divincolata diverse volte dalla presa, si è messa a correre in mezzo alla strada urlando, ma secondo quanto riportato ai carabinieri, nessuno si è fermato ad aiutarla.

Eppure, nonostante l'ora, due passanti hanno provato a rimproverare l'aggressore, che ha urlato loro contro qualcosa e così se ne sono andati.

Nonostante l'ora è anche passata un'auto con a bordo alcuni giovani, che però non si sono fermati.

Fortunatamente di lì a poco, quando l'aggressore (anche lui 32enne, con precedenti per reati simili e senza fissa dimora) era riuscito a immobilizzare la donna, è passata un'auto del Radiomobile, che lo ha così arrestato.

Eppure sarebbe bastato così poco: nella serata di sabato a Mantova una donna, che era seduta su una panchina, è stata aggredita in pieno giorno da un uomo che l'ha presa, l'ha buttata a terra e l'ha colpita con schiaffi e pugni tentando di violentarla.

Stessa dinamica: la donna è riuscita a divincolarsi, ma è stata aggredita nuovamente. Alcuni passanti però in questo caso si sono messi a urlare insieme a lei, e l'uomo è scappato.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO