Valsusa, incendio sui cantieri e buste con proiettili: la tensione sale

Sale la tensione in Val di Susa: attentato incendiario ai mezzi della Geomont di Bussoleno

Un attentato incendiario ha nuovamente colpito la Geomont di Bussoleno, il secondo dall'inizio di luglio. Un escavatore dell'azienda, che lavora nei cantieri di Chiomonte per la realizzazione della Tav, è stato dato alle fiamme in pieno giorno nel cortile della stessa Geomont: dallo scorso luglio questo è il 15esimo episodio di danneggiamenti ai danni delle aziende che lavorano nei cantieri Tav.

La stessa Geomont aveva subito l'incendio di due compressori ed una macchina, utilizzata abitualmente per trivellare nell'ambito dei lavori della Tav, erano andate a fuoco in un capannone, il 31 agosto scorso. Un attentato che non è mai stato rivendicato.

L'ultimo atto intimidatorio ha a che fare proprio con l'accelerazione dei lavori nei cantieri Tav: questa mattina presso gli uffici di Finpiemonte, la finanziaria della Regione Piemonte, è stata recapitata una busta contenente alcuni proiettili da parte di un mittente anonimo: Finpiemonte, secondo quanto vorrebbe il governatore leghista Cota, si attavolerà domani ad una riunione operativa sui cantieri della Val Susa.

Il Presidente della Regione vorrebbe coinvolgere la finanziaria nel sostegno delle imprese della Valsusa attive nel progetto Tav.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO