Kenya: ucciso predicatore islamico, i suoi seguaci bruciano una chiesa

Secondo alcuni testimoni, la situazione intorno alla chiesa bruciata è tesissima. Si possono sentire distintamente colpi d'arma da fuoco e, fin da ieri, nella zona sono stati dispiegati centinaia di agenti.

Suoi seguaci bruciano chiesa

Ieri l'uccisione a Mombasa, in Kenya, di un predicatore islamico, considerato vicino agli Shabaab somali, oggi la reazione dei suoi seguaci che hanno appiccato le fiamme a una chiesa della città, quella dell'Esercito della Salvezza, nel quartiere Majengo della città. La polizia ha dovuto lanciare i gas lacrimogeni per disperdere i manifestanti.

Ibrahim Ismail, considerato il successore di Abud Rogo Mohammed, anche lui morto ammazzato nel 2012 in circostanze simili, è stato ucciso da ignoti che hanno accerchiato l'auto, crivellandola poi di colpi. Ma secondo gli islamici, la matrice è straniera. Abubakar Makaburi, altro leader religioso locale, dice di sapere chi ha armato la mano dell'omicida: "Perché le unità anti-terrorismo ci stanno uccidendo? Queste azioni, contro i musulmani, sono diretta da americani e israeliani".

Secondo alcuni testimoni, la situazione intorno alla chiesa bruciata è tesissima. Si possono sentire distintamente colpi d'arma da fuoco e, fin da ieri, nella zona sono stati dispiegati centinaia di agenti. Ibrahim Ismail teneva i suoi sermoni nella moschea cittadina di Masjid Moussa, frequentata da musulmani radicali. Vicini al movimento jihadista somalo responsabile - lo scorso 21 settembre - dell'assalto al centro commerciale Westgate di Nairobi, in cui persero la vita decine di persone.

Nella stessa moschea, predicata Rogo, inserito da Onu e Stati Uniti nella lista nera dei sostenitori di al Qaeda. Del suo omicidio, inizialmente, erano state accusate le forze di sicurezza kenyote, contro le quali erano state indette proteste poi sfociati in violenti disordini. Il governo del Kenya ha paura che anche questa volta si trascenda e ci siano vittime.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO