Le rotte dei migranti: Italia porta dell’Europa

In Italia il 22,6% degli ingressi di migranti extra-comunitari verso l’Europa: le imbarcazioni partono da Tunisia, Libia e Turchia

L’Italia è un ponte “fisico” fra Europa e Africa piazzato nel mezzo del Mediterraneo. È e continuerà a essere la meta privilegiata dell’immigrazione dalle coste tunisine e libiche.

I flussi migratori provenienti da Nord Africa e Medio Oriente hanno avuto un forte impulso dopo la Primavera Araba: ai flussi migratori “fisiologici” si sono sommati quelli dei profughi delle rivoluzioni e delle ribellioni che hanno interessato tutta l’area mediterranea compresa fra la Tunisia e la Siria. Flussi che continuano tutt’ora e che vedono nell’Europa la meta privilegiata di questi viaggi della speranza.

Le “porte dell’Europa” sono quattro. Nonostante la gravissima crisi economica, nel 2012, la Grecia ha assorbito il 55,6% degli ingressi nell’Europa comunitaria, prevalentemente migranti provenienti da Bangladesh, Pakistan, Afghanistan, Iran, Turchia e Georgia. Una parte minoritaria dei migranti provenienti da questi paesi del Vicino Oriente prolunga la rotta approdando in Europa attraverso Austria e Repubblica Ceca (9,5%) e Ungheria e Slovacchia (2,4%). Queste sono le due porte che potremmo chiamare “orientali”.

La porta meridionale d’Europa è rappresentata dall’Italia. In Sicilia approdano il 15,5% dei migranti in entrata nell’area del trattato di Schengen, mentre un altro 7,1% sbarca sulle coste calabresi, lucane e pugliesi. Con il 22,6% (ma è probabile che questa percentuale sia cresciuta nel 2013) l’Italia è, dopo la Grecia, la principale porta d’ingresso per l’immigrazione clandestina.

Ad occidente la Spagna assorbe il 9,5% del flusso totale di entrata che proviene principalmente dai paesi occidentali del Nord Africa (Marocco, Algeria e Mali). Secondo Frontex, nell’ultimo quarto di secolo (1988-2013), le vittime di questi viaggi sono state 19.142, 6.707 nell’ultimo decennio.

Via | Centimetri

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 8 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO