Tragedia in India: ressa in un tempio indù a Ratangarh, morte oltre 115 persone

Molti fedeli sono caduti a terra e sono morti dopo esser stati calpestati dagli altri, molti altri si sono lanciati dal ponte per sfuggire alla ressa e sono annegati o deceduti per l'impatto con l'acqua.


19.50 - E' drammaticamente salito a 115 il bilancio dei fedeli morti questa mattina nella ressa sul ponte di un tempio a Ratangarh, avvenuta per motivi ancora da chiarire. Tra le vittime, fanno sapere le autorità locali, ci sono almeno 30 bambini, 40 donne e 41 uomini. Sul ponte, sempre secondo le stime delle forze dell'ordine, c'erano circa 25 mila persona.

Tragedia in un tempio di Ratangarh, a poche decine di chilometri da Datia, nello stato indiano di Madhya Pradesh, dove stamattina migliaia di persone si erano ritrovate per un festival religioso.

La ressa è avvenuta quando i fedeli hanno cominciato in massa ad attraversare un ponte sul fiume Sindh, a pochi passi dal tempo. Si è diffusa la voce che il ponte stava per crollare ed è scoppiato il panico: molti fedeli sono caduti a terra e sono morti dopo esser stati calpestati dagli altri, molti altri si sono lanciati dal ponte per sfuggire alla ressa e sono annegati o deceduti per l'impatto con l'acqua.

L'esatta dinamica non è ancora stata chiarita. Alcuni quotidiani locali riportano che a provocare la ressa sarebbe stata la voce che il ponte stava per crollare, altri rivelano che invece sarebbero state le autorità, nel tentativo di contenere la folla, a diffondere il panico usando degli sfollagente.

Il bilancio ufficiale non è ancora stato diffuso. Per il momento si parla di quasi 90 morti e almeno 100 feriti. I pellegrini che stavano prendendo parte al festival, invece, erano oltre 50 mila.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO