Sassi dal cavalcavia sulla A8: nessun ferito, si cercano gli autori del gesto

Ignoti hanno lanciato sassi e oggetto contro tre automobili e due furgoni. Nessun ferito, si indaga

Lunedì 14 ottobre, attorno alle 19.30, paura sulla A8, la Milano-Laghi: all'altezza del chilometro 0,500 alcuni ignoti hanno lanciato da un cavalcavia dell'autostrada alcuni estintori, pezzi di metallo e sassi.

Le persone, non ancora identificate, hanno colpito con gli oggetti tre automobili e due furgoni, ma fortunatamente nessuno degli autisti è stato ferito.

Una parte del tratto autostradale è stato in seguito chiuso al transito per circa mezz'ora per permettere la rimozione dalla carreggiata degli oggetti pericolosi.

La polizia stradale ha fatto sapere che sono in corso accertamenti per identificare gli autori del gesto e le indagini riguardano anche un campo nomadi poco distante.

La memoria corre ad una sera di dicembre nel 1996, quando sull'autostrada Torino-Piacenza una Mercedes venne centrata da un sasso lanciato da un cavalcavia. Morì una donna di 31 anni di Brescia, Maria Letizia Berdini, che viaggiava con il marito Lorenzo Bossini. Quella sera furono sette le auto colpite dai teppisti. Un fatto simile avvenne anche nel 1993 sulla A22: tre giovani veronesi lanciarono da un cavalcavia dell'Autostrada del Brennero vicino a Bussolengo un masso di 14 chili. Perse la vita un'altra donna, di 25 anni, Monica Zanotti, che stava viaggiando su una Renault Espace insieme al fidanzato.

Dopo queste vicende i cavalcavia sulle autostrade italiane vennero numerati, ma periodicamente, purtroppo, questa orrenda 'moda' ritorna.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO