Vittorio Missoni: recuperati i resti sull'aereo di Los Roques

L'incidente lo scorso 4 gennaio, a giugno era stato individuato il relitto del velivolo. Ora i resti sono a disposizione dell'autorità giudiziaria per l'autopsia.

Tra loro anche Vittorio Missoni

Sono stati estratti dal velivolo Islander yv2615u, a Los Roques, i resti di cinque persone con la cintura di sicurezza ancora allacciata. Secondo l'Ansa e il sito venezuelano El Universal, l'aereo sarebbe quello scomparso con a bordo Vittorio Missoni, Maurizia Castiglioni, Guido Foresti, Elda Scalvenzi e il copilota Juan Carlos Ferrer Milano. Il giallo sarebbe dunque a una svolta.

L'Ansa cita un imprenditore italiano che da anni vive a Gan Roque, Giorgio Serloni. Non sarebbero stati trovati i resti del pilota, German Marchant. Le salme sono ora a disposizione dell'autorità giudiziaria venezuelana per l'autopsia. Le autorità del Paese venezuelano si mantengono caute e soprattutto fanno trapelare pochissimo sul ritrovamento.

Il disastro aereo è del 4 gennaio scorso. Su quel velivolo, oltre a Missoni, c'erano la moglie Maurizia Castiglioni e due amici della coppia. Le operazioni di recupero sono iniziate lunedì scorso, dopo l'autorizzazione ufficiale da parte dell'autorità. Il relitto dell'aereo è stato rintracciato in mare lo scorso giugno grazie alle tecnologie della nave oceanografica americana Deep Sea.

Una volta recuperati anche i resti dell'aereo, si cercherà di scoprire la causa dell'incidente. Le due ipotesi al vaglio sono l'errore umano o l'avaria tecnica. "Finalmente la famiglia potrà avere un corpo su cui piangere, anche se questa non è una consolazione. L’incertezza ha logorato tutti, e in particolare Ottavio, il patriarca", ha detto il sindaco Mauro Croci, primo cittadino di Sumirago, il paese in provincia di Varese dove si trova la villa della famiglia Missoni.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO