Iraq: 66 morti in una serie di attentati

Nella capitale ben 44 persone sono morte a causa di autobombe

L’Iraq torna a essere sconvolto da una serie di attentati terroristici che nella sola giornata di oggi hanno fatto 66 vittime, portando a 370 il numero complessivo di morti dall’inizio del mese. A Baghdad 44 persone sono rimaste uccide da una serie di attentati con autobombe. Nel corso della giornata, inoltre, un attentato suicida ha sconvolto un piccolo villaggio situato a est della cittadina di Mossul e abitato prevalenetemente da appartenenti all’etnia Chabak.

Questa comunità che conta circa 30mila membri, vive ai confini della Turchia ed è tata ripetutamente perseguitata da Saddam Hussein. Secondo l’inviato Onu, Nikolai Mladenov,

le Nazioni Unite accordano un’attenzione particolare alla protezione delle minoranze che continuano a patire odiosi attentati e ostacoli di tipo sociale ed economico. Il recente aumento di attentati nella regioni di Ninive rede necessaria una cooperazione rinforzata in materia di sicurezza fra il governo iracheno, le autorità provinciali e il governo regionale curdo.

Un kamikaze vestito con un’uniforme della polizia si è fatto esplodere con la sua cintura di esplosivi in un bar della città di Touz Khourmatou, a sud di Baghdad, uccidendo quattro persone e ferendone altre ventisette. In altri attentati nel Paese sono state uccisi un bambino e un poliziotto.

Via | Le Monde

Foto © Getty Images

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO