Terremoto 23 ottobre 2013: scosse nella notte in Umbria e Abruzzo

Una scossa tra le province di L'Aquila e di Teramo, l'altra a sud di Perugia: non si segnalano danni o feriti.

Nella notte scossa di terremoto

Scosse di terremoto nella notte in Umbria e Abruzzo. Alle 2.31 una scossa di magnitudo 3.2 è stata registrata al confine tra le province dell'Aquila e di Teramo. Secondo i rilevamenti dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, il terremoto ha avuto ipocentro a 18,2 chilometri di profondità ed epicentro in prossimità del comune aquilano di Campotosto e di quello teramano di Crognoleto.

Alle 5.45, scossa di magnitudo 2.6 in Umbria, a sud della provincia di Perugia. In questo caso, secondo i rilevamenti dell'Ingv, l'ipocentro c'è stato a otto chilometri di profondità, l'epicentro in prossimità dei comuni di Campello sul Clitunno, Castel Ritaldi, Sant'Anatolia di Narco e Spoleto. Non si segnalano danni a cose o persone, la protezione civile ha comunque avviato i controlli.

La scossa della notte, in Abruzzo, è stata distintamente avvertita dalla popolazione. In particolare in provincia dell'Aquila c'è stato molta paura, ricordando il sisma che nel 2009 ha distrutto e fatto numerose vittime. Quella ferita è ancora troppo recente. E se la terra si muove, in molti lasciano automaticamente casa per riversarsi in strada.

In Umbria, invece, è da alcuni mesi che periodicamente si producono scosse di terremoto più o meno forti. Secondo gli esperti, questo è positivo perché evita che la terra immagazzini energia per poi scaricarla tutta insieme in una sola volta.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO