Yemen: 15 enne bruciata viva dal padre

La ragazzina era sospettata di aver avuto contatti con il fidanzato prima delle nozze.

Figlia bruciata viva dal padre

Bruciata viva a 15 anni, dal padre, perché sospettata di aver avuto contatti con il fidanzato prima delle nozze. Succede nello Yemen, in particolare nel villaggio di Chabaa, nella provincia di Taez, nel centro del Paese. L'episodio è stato riferito dalla polizia locale. Inutili sono stati i tentativi di soccorrere la ragazzina, morta durante il trasporto in ospedale.

Nello Yemen la società è ancora strutturata in modo tribale, in particolare nei piccoli villaggi. C'è una forte impronta patriarcale e rispetto pari a zero per le donne. L'autore del gesto, un 35 enne, è stato arrestato e dovrà comparire davanti alla giustizia per omicidio. Ma non si esclude che abbiano partecipato al macabro rito altri membri della famiglia.

E' di un mese fa un altro episodio brutale avvenuto sempre nello Yemen. Una sposa - bambina di 8 anni, venduta dal padre al marito di 40 anni, morì dopo la prima notte di nozze a causa di un'emorragia interna. E sempre dallo Yemen, legata alla pratica di vendere le proprie figlie, arriva pure una notizia curiosa: a causa del prezzo che è ormai cresciuto, gli scapoli del Paese hanno deciso di scioperare.

Si arriva anche a 2 mila dollari, da pagare ai padri, e molti giovani yemeniti non ce la fanno. E così, c'è stata una vera e propria protesta in piazza da parte di chi ancora non ha moglie. D'altro canto, gli unici a potersi permettere di spendere simili cifre a oggi sono gli uomini più anziani, che quindi finiscono per sposare donne molto più giovani. Oppure, i più giovani lanciano acido sul viso delle promesse spose per far abbassare il prezzo.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO