Lampedusa: soccorso barcone con 150 migranti

Il peschereccio era in difficoltà a causa delle condizioni del tempo e del mare.













Soccorso un barcone di 15 metri con a bordo circa 150 migranti a sud di Lampedusa. Inizialmente avvistata dalla guardia di finanza, l'imbarcazione è stata successivamente raggiunta da due motovedette della guardia costiera. Tutti gli immigrati sono stati trasferiti sulle due unità militari italiane per essere portati sulla terra ferma.

Il peschereccio era in gravi difficoltà a causa delle condizioni meteo e del mare: soffiano venti di libeccio a venti nodi e il mare è a forza quattro. I 150 migranti saranno poi smistati nei campi di accoglienza che però sono ormai al collasso. Il natante era stato notato da un guardia costa delle fiamme gialle che era impegnato nelle attività di controllo di polizia delle frontiere marittime internazionali.

Sui centri di accoglienza italiani è polemica internazionale. Bruxelles sta pensando di aprire una procedura di infrazione per le condizioni di questi centri. Il commissario europeo per gli Affari interni, Cecilia Malmstrom, due settimane fa aveva visitato proprio Lampedusa: "Non dimenticherò mai le centinaia di bare che ho visto a Lampedusa. O la disperazione negli occhi dei sopravvissuti. Questi tragici eventi chiedono risposte immediate a livello europeo".

Il commissario ha ricordato che i singoli Stati hanno il dovere di controllare i confini e soccorrere i naufraghi, anche con l'aiuto dei fondi Ue: "Nel 2007 - 2013, l'Italia ha avuto 478 milioni per gestire i flussi migratori e dell'asilo, e 136 milioni in fondi speciali per la gestione speciale dei confini". E ancora: "L'Italia sta compiendo degli sforzi per migliorare la situazione generale e la Commissione europea ha individuato fino a 30 milioni di euro aggiuntivi per sostenere Roma. Potrebbero essere utili anche per alleviare le condizioni nel centro di Lampedusa".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO