Maltempo in Sardegna: 16 morti accertati (4 bambini). Continuano le ricerche di Giovanni Farre

Un'ondata di maltempo ha colpito la regione. Tutti gli aggiornamenti in tempo reale. Gabrielli: "In 24 ore sceso un quantitativo di pioggia equivalente alle precipitazioni di sei mesi".

18.06

: proseguono senza sosta nel piccolo paese di Onanì, isolato per i gravi danni provocati dall’alluvione, le ricerche di Giovanni Farre, l’allevatore travolto lunedì dal torrente in piena. La sua famiglia ha fatto sapere di non aver ancora perso le speranze:

La speranza è sempre l'ultima a morire. Questa è una famiglia che ha fede e preghiamo tutti per ritrovare il nostro caro Giovanni. Per noi sino a prova contraria è vivo, speriamo abbia trovato riparo da qualche parte.

Farre si trovava insieme al figlio Marco quando la furia dell’acqua li ha travolti. Il giovane è riuscito ad appendersi a un ramo, ma suo padre è stato trascinato via dell’acqua e da quel momento non si hanno più sue notizie.

Le due strade che portano al paese sono ancora bloccate, ma i mezzi di ricerca sono riusciti a farsi strada e per ora sono gli unici mezzi a cui è consentito il passaggio.

14.10: si terranno oggi pomeriggio, alle ore 15.30, i funerali dei sei cittadini di Olbia rimasti uccisi a causa dell’alluvione. Per ricordarli il Comune ha proclamato il lutto cittadino e invitato i commercianti a tenere chiusi i negozi per permettere ai cittadini di partecipare alla funzione e rendere l’ultimo omaggio ai loro concittadini.

La cerimonia funebre si terrà al palazzetto dello sport del resort Geovillage, di Olbia, e già dalle 14.30 l’amministrazione comunale ha messo a disposizione dei cittadini un servizio di navette per quanti vorranno partecipare alla funzione.

9.40: è stata una notte di lavoro senza sosta quella che si è appena conclusa in Sardegna nelle zona più colpite dall’alluvione. Le squadre dei vigili del fuoco si sono avvicendate, soprattutto alla periferia di Olbia e nelle aree del Nuorese e della provincia di Oristano, per prosciugare l’acqua da scantinati, garage e sottopassi.

Il bilancio delle vittime resta confermato, 16 persone rimaste uccise, mentre si cerca senza sosta l’unico disperso, un agricoltore di Onanì, nel Nuorese. E mentre non si placano le polemiche relative alle origini del disastro e dell’allerta lanciata dalla Protezione Civile, oggi è anche il giorno dei funerali di dieci delle persone morte nell’alluvione.

L’allerta maltempo, intanto, permane. Il peggio sembra passato, ma per le prossime ore sono comunque previste lievi precipitazioni su tutta l’isola che proseguiranno più o meno ininterrottamente fino a domenica.

0:02

- Dei 2700 sfollati 400 sono riusciti a rientrare nelle proprie case. Lo ha detto la Protezione Civile della Regione Sardegna.

Maltempo in Sardegna: 16 morti accertati (4 bambini). Trovato vivo uno dei due dispersi

Martedì 19 novembre 201320:45

- Nonostante il numero di 18 vittime sia stato confermato anche dal ministro dell'Ambiente durante un'informativa alla Camera, in serata le agenzie parlano di 16 vittime accertate, mentre uno dei due dispersi è stato trovato vivo e l'altro, dunque, non viene dato per morto, errore che è stato commesso durante la giornata anche dal capo della Protezione Civile Gabrielli.

19:51 - Ecco una mappa della Sardegna con la localizzazione delle vittime e l'indicazione delle strade interrotte e dei comuni a rischio frana e alluvione.

18:45 - Una delle due persone disperse è stata trovata viva, si tratta di un allevatore di Torpè, in provincia di Nuoro, che è stato rintracciato dalla Protezione Civile ma ha rifiutato di lasciare il suo podere. Non è ancora stata ritrovata una persona di Onanì.

17:35 - Pochi minuti fa sull'account Twitter ufficiale di Papa Francesco è stato pubblicato un tweet in cui il pontefice si dice "profondamente commosso dall'immane tragedia che ha colpito la Sardegna" e chide a tutti di pregare per le vittime, soprattutto per i bambini.

15:38

- Anche il ministro dell'Ambiente Andrea Orlando, nel corso dell'informativa alla Camera dei Deputati iniziata alle ore 15, ha confermato che le vittime sono 18 e ha spiegato che la Protezione Civile già domenica aveva lanciato l'allerta meteo, paventando la possibilità di perdita di vite umane. Orlando ha aggiunto che in poche ore sono caduti 450 mm di pioggia, una quantità molto superiore alle medie annue della serie storica che sono di mille millimetri, per questo il sistema idrografico è andato in crisi.

14:39 - La Protezione Civile ha spiegato che anche se i corpi recuperati sono 16, di fatto le due persone disperse sono da considerare decedute e dunque il bilancio delle vittime è di 18 morti.

14:02 - Franco Gabrielli, capo della Protezione Civile che stamattina è arrivato a Olbia, ha detto che il sistema di allettamento nazionale è stato efficace e che non ci sono stati ritardi nell'allerta e quello che si è verificato ieri in Sardegna è un "evento eccezionale", perciò chi ha lanciato false accuse ne risponderà.

13:15 - Anche da parte della Commissione Ue, attraverso le parole del Presidente José Manuel Barroso, arrivano le condoglianze alle famiglie delle vittime dell’alluvione in Sardegna:

“Oggi sono stato profondamente colpito nell'apprendere che le inondazioni causate dal Ciclone Cleopatra hanno provocato morte e devastazione; questo è stato un evento tragico per le persone di quest'isola bellissima e per la sua comunità. A nome della Commissione Europea vorrei esprimere le mie più sentite condoglianze alle famiglie delle vittime e la nostra solidarietà con le autorità italiane e la popolazione sarda”
12:30

- La plenaria del Parlamento Europeo di Strasburgo ha osservato un minuto di silenzio prima della sessione di voto per le vittime dell’alluvione in Sardegna e per i due giornalisti francesi uccisi in Mali. Lo ha deciso il presidente Martin Shulz su richiesta di due parlamentari sardi: Giommaria Uggias dell’Idv e Francesca Barracciu del Pd, che hanno anche fatto un appello alle istituzioni europee affinché venga attivato un fondo di solidarietà per la ricostruzione.

12:28 - La Protezione Civile ha diramato un bollettino dal quale emerge che finora tra le 16 vittime accertate (ma il governatore Cappellacci ha parlato di 17 morti) ci sono quattro bambini mentre le persone evacuate sono 2.737.

Nove delle persone che hanno perso la vita erano a Olbia, quattro ad Arzachena (in Gallura), una a Torpè e una a Dorgali, in provincia di Nuoro, una a Uras, in provincia di Oristano.

I dispersi sono di Onanì e Torpè, nel nuorese. Il maggior numero di evacuati è di Olbia, circa duemila persone, altre 500 a Torpè, un centinaio a Uras, 37 a Ballao in provincia di Cagliari, 30 a Terralba in provincia di Oristano, 30 a Onifai e 20 a Bitti in provincia di Nuoto, 20 a Villacidro (Medio Campidano).

11:31 - Secondo gli ultimi lanci di agenzia i dispersi sarebbero due: una persona a Torpè e una a Onanì, nel nuorese.

11:25 - Attraverso una nota ufficiale il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha voluto esprimere il suo cordoglio per quanto sta avvenendo in Sardegna, ecco il comunicato del Quirinale:

Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, sta seguendo l'evolversi della situazione determinatasi a seguito della tragica alluvione in Sardegna, attraverso il Dipartimento della Protezione Civile e le Prefetture interessate. Il Capo dello Stato esprime la propria solidarietà alle comunità coinvolte, la sua commossa partecipazione al dolore delle famiglie delle numerose vittime e, al tempo stesso, l'apprezzamento a quanti, sui territori colpiti, sono impegnati nella gestione dell'emergenza e nelle operazioni di soccorso.
10:45

- Il responsabile della Protezione Civile Franco Gabrielli, che si è recato in Sardegna, ha detto:

“Questa è una calamità naturale. In 24 ore è sceso un quantitativo di pioggia pari alle precipitazioni di sei mesi, con punte di 450 millimetri nella zona di Orgosolo (Nuoro) in 12 ore"

e ha aggiunto che con i quantitativi registrati, con valori tra i 250 e i 400 millimetri, non ci sono territori a riparo.

10:15 - Ai microfoni di SkyTG24 il governatore della Sardegna Ugo Cappellacci ha riferito che il numero delle vittime finora è di 17 persone, il bilancio dunque è ancora più grave di quanto detto poco fa dal capo della Protezione Civile Gabrielli.

9:36 - Dobbiamo registrare ancora un altro morto che si aggiunge al lungo elenco di persone vittime dell'alluvione. Il bilancio ora sale a 16, lo ha detto il capo della Protezioni Civile, Gabrielli, a RaiNews24, e ha specificato:

"Ci sono 13 morti ad Olbia, due a Nuoro, uno a Oristano e un disperso sempre a Nuoro"

Per quanto riguarda il disperso, si tratta di un agricoltore di Bitti, in provincia di Nuoro.

9:01 - Purtroppo sale ancora il bilancio delle vittime dell'alluvione, ora sono almeno 15: i vigili del fuoco hanno recuperato il corpo del bambino che ieri era stato dato per disperso a Raica, sulla strada che collega Olbia a Telti.

Il maltempo ha interessato la zona del Medio Campidano, poi si è esteso a sud est e quindi ha colpito la Gallura. Secondo il Dipartimento di Protezione civile, si sono raggiunti picchi di 450 ml di precipitazioni in dodici ore.
Olbia e Nuoro le province più colpite. A Torpé 500 persone evacuate. Qui l'elenco dei comuni colpiti.
È in corso il sopralluogo del capo dipartimento.

Nella fotogallery le immagini dell'alluvione che circolano su Twitter

Alluvione in Sardegna, Video da Olbia

Alluvione in Sardegna, i primi video di YouReporter

19 novembre 2013, la cronaca dalle prime luci del giorno

7.42

: ad Arzachena un'intera famiglia brasiliana di 4 persone viene spazzata via. Due genitori, due bambini: erano all'interno di uno scantinato. Non è chiaro, a questo punto, quale sia il bilancio effettivo, perché a seconda delle fonti il computo è diverso.

7.18: Ugo Cappellacci, governatore della Regione Sardegna, parla di 14 vittime. Oggi è previsto un sopralluogo da parte di Franco Gabrielli, Capo dipartimento della Protezione civile.

6:51 - Purtroppo sale ancora il bilancio delle persone che a causa del maltempo in Sardegna hanno perso la vita: i soccorritori hanno trovato altri tre morti a Torpè e per ora il totale è dunque di 12 vittime.
Non è ufficiale il numero dei dispersi, ma la Protezione Civile ha detto che sono almeno quattro, tre dei quali membri di una stessa famiglia brasiliana che vive ad Arzachena.

Maltempo in Sardegna: diretta Twitter

Gianni Giovannelli, sindaco di Olbia. Situazione drammatica

00.08

: Gianni Giovannelli, sindaco di Olbia, al telefono con SkyTg24, non è in grado di tracciare un bilancio. Parla di una situazione ancor più drammatica di quella che si è descritta fin qui: primi piani delle case allagate, decine e decine di auto precipitate nei torrenti.

Su Twitter, l'hastag per seguire i tragici eventi che si stanno verificando in seguito al maltempo sull'isola è #allertameteoSAR.

Il ciclone Cleopatra sulla Sardegna, morti e dispersi

Lunedì 18 novembre 2013


23.27 Si aggrava ancora il bilancio del ciclone Cleopatra in Sardegna: 9 morti e 4 dispersi. Altre tre persone sono morte nel crollo di un ponte sulla provinciale OlbiaTempio, in località Monte Pino.

aggiornamento 23.10 Sale a sei il bilancio delle vittime del Ciclone Cleopatra che ha colpito la Sardegna. È morto uno dei quattro poliziotti che si trovavano nell'auto finita sotto un ponte sulla provinciale Oliena-Dorgali, in provincia di Nuoro. Una seconda donna è stata ritrovata morta a Torpé, in provincia di Nuoro. La sua casa, come nel caso della prima vittima, è stata invasa dall'acqua. Le altre vittime sono madre e figlia, la cui auto è stata travolta dll'acqua a Olbia, e un uomo a Telti.

L'ondata di maltempo che ha colpito la Sardegna ha fatto la prima vittima: una donna è stata trovata morta nella sua casa a Uras (Oristano) a causa dell'allagamento che l'ha colpito. Uras è uno dei centri più colpiti dal ciclone Cleopatra. Si sono salvati invece due allevatori che sono stati colpiti, a Onani, da un fiume in piena che li ha travolti.

In Gallura si contano almeno 5 dispersi, per la precisione nella zona vicina a Olbia dov'è crollato il ponte sulla statale Olbia-Tempio. Quattro agenti di polizia sono rimasti coinvolti nel crollo del ponte. Tre sono stati tratti in salvo, mentre per il quarto sono in corso le operazioni di soccorso.Il bilancio dei dispersi è da considerarsi provvisorio, visto che le ricerche stanno andando avanti al buio in una zona difficilmente raggiungibile. Isolate le borgate di Raica e Putzolu, sempre nel Comune di Olbia. Dove sono dati per dispersi anche un uomo di 35 anni e suo figlio, un bambino, in localita Raica.

Tra i tanti incindenti, anche un'auto portata via dall'acqua nei pressi dell'ospedale civile di Olbia, ma non ci sarebbero feriti. Tutta la popolazione è stata invitata a rimanere in casa e, se possibile, a sostare nei piani superiori delle case. Un treno regionale (Olbia-Chilivani) con a bordo 18 viaggiatori, è fermo dalle 17.20, ad un chilometro dalla stazione di Enas, a causa dell'esondazione del torrente Enas.

Per quanto riguarda la situazione del traffico, l'Ansa fa sapere: "Permane lo stop della circolazione anche sulla linea Cagliari-Oristano, dove l'allagamento dei binari, delle stazioni di Uras e Marrubiu e diffusi guasti ai sistemi di segnalamento e di controllo del traffico hanno imposto - dalle 11,35 - la sospensione del traffico tra le stazioni di San Gavino e Marrubiu. Trenitalia sta garantendo la mobilità attraverso autobus sostitutivi tra le due località. E' ripresa invece alle 15.50 la circolazione ferroviaria sulla Chilivani-Porto Torres, sospesa dalle 14.10 tra Sassari e Scala di Giocca per la caduta sui binari di un cavo del Gestore della rete elettrica. Il treno regionale Sassari-Olbia) è ripartito con 135 minuti di ritardo".

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 462 voti.  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO