Strage di Natale a Baghdad, due bombe al mercato di Dora: 35 morti

L'esplosione questa mattina al mercato di Athorien nel quartiere periferico che si chiama Dora.

Aggiornamento: come era prevedibile, purtroppo, sale il bilancio delle vittime della strage di Natale. I morti sarebbero 35 e 56 i feriti secondo una nota ufficiale del ministero dell'Interno. Viene anche precisato che l'obiettivo dell'attentato non è stata una chiesa, come risultava dalle prime informazioni, ma il mercato di Athorien nel quartiere periferico di Baghdad che si chiama Dora. Sono esplose due bombe e per adesso non ci sono state rivendicazioni.

Natale a Baghdad, attentato la mattina del 25 dicembre 2013


Come succede oramai tradizionalmente nell'Iraq "liberato", il giorno di Natale si è macchiato anche questa volta di sangue: un autobomba è esplosa a Baghdad, nei pressi di una chiesa cristiana.

Secondo la Bbc, che ha dato per prima la notizia, i morti sarebbero ufficialmente 14, ma il bilancio sembra destinato a salire tragicamente: l'attentato è avvenuto nel distretto di Dora, all'interno della città di Baghdad. L'esplosione, riferiscono fonti ufficiali, sarebbe avvenuta durante la celebrazione della messa di Natale.

Secondo le autorità irachene i feriti sarebbero 30 persone. Nel corso dell'anno 2013 sono ben 7000 i morti per effetto di attentati: il paese vive, dalla caduta del regime di Saddam Hussein, una fase di transizione lunga e macchiata di sangue, che sembra non volgere al termine.

L'anarchia nel paese, che produce una violenta guerra tra gruppi tribali e differenti confessioni religiose, è oramai diventato il motivo principale alla base della exit-strategy americana.

(in aggiornamento)

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO