Bambini adottati in Congo, sono rientrati in Italia con il ministro Boschi - Foto

I bambini sono rientrati in Italia insieme al ministro Boschi

Aggiornamento lunedì 28 maggio 2014 - Ore 10.40, è atterrato a Ciampino l'aereo con i bambini. Ad attenderli sulla pista tutti i genitori adottivi. A rappresentare il governo, il ministro Maria Elena Boschi che era giunta ieri in Congo e oggi ha volato insieme ai bimbi. Momento di commozione generale sulla pista dell'aeroporto, come dimostrato dalle foto qui sotto.

"Il viaggio è andato bene, ora facciamo festa con le famiglie", ha detto il Ministro Boschi a Ciampino.

boschi-treccia

Le foto

Bambini Congo a Ciampino
Bambini Congo a Ciampino
Bambini Congo a Ciampino
Bambini Congo a Ciampino

Per ora restano in patria

Aggiornamento lunedì 26 maggio 2014 - Finalmente c'è uno sviluppo nella vicenda delle 24 coppie italiane che sono dovute tornare dal Congo senza i bambini che hanno lì adottato perché lo Stato centroafricano non rinnova loro i visti. Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha annunciato su Twitter di aver inviato un aereo per portare i bambini in Italia.

Adozioni internazionali: le coppie italiane tornano dal Congo, ma senza figli


Sabato 11 gennaio 2014

Dopo oltre due mesi, tornano le coppie italiane che erano andate in Congo per adottare bambini e che erano rimaste bloccate in Africa per motivi burocratici e per il tentato golpe. Le onlus presenti sul territorio hanno fatto sapere, però, che continueranno a lavorare, insieme al governo, per sbloccare la situazione, congelata fino a settembre 2014.

Tornano a mani vuote uomini e donne che avevano avuto rassicurazioni da Kinshasa, che poi però ha ritrattato a causa di alcune irregolarità riscontrate in adozioni effettuate da genitori statunitensi. Le associazioni fanno però sapere che, appena la situazione si sbloccherà, le prime domande che saranno esaminate saranno proprio quelle presentate dai nostri concittadini, già debitamente compilate e presentate.

Il ritorno in Italia delle 24 coppie è previsto entro sette giorni. E nel nostro Paese arriverà anche una delegazione congolese che incontrerà il ministro dell'Integrazione Cécile Kyenge; quest'ultima è ancora convinta che il caso possa risolversi a breve. I bambini che erano stati scelti per le adozioni saranno intanto "affidati a strutture protette, scelte in accordo tra famiglie ed enti".

La Repubblica democratica del Congo sta addirittura valutando di chiudere le frontiere per valutare le irregolarità compiute da altre associazioni nell'iter adottivo. Le associazioni che hanno seguito il caso dei genitori italiani stanno invece raccogliendo fondi per pagare le spese alle famiglie e per mantenere i bambini anche dopo il ritorno in Italia degli aspiranti genitori adottivi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO