Maltempo: a Pisa la piena dell'Arno. Allerta nel modenese per il Secchia

Paura per il Secchia e il Panaro

La Toscana aspetta con il fiato sospeso la piena dell'Arno. A partire dalle 10.30 sono stati chiusi i lungarni del centro storico di Pisa per consentire il passaggio controllato della piena, il transito sarà consentito esclusivamente ai mezzi soccorso, trasporto pubblico e taxi. Resteranno aperti invece i ponti della cintura pisana: Cep, Aurelia a ovest e ponte della Vittoria e delle Bocchette a est. Alle 12:30 i lungarni sono stati riaperti per consentire la normale uscita da scuola e dagli uffici, ma la situazione è ancora sotto esame, e in questi minuti si sta tenendo una riunione in Prefettura.

Finora la piena attesa non ha creato grossi disagi e la macchina messa in piedi dalla città toscana sembra aver retto l'urto delle acque, che hanno raggiunto l'altezza di circa 5 metri nel centro cittadino.

Situazione più critica invece nell'Empolese Valdelsa, e in particolare a Fucecchio, dove sono state evacuate 70 persone proprio in vista della piena dell'Arno. Disagi in tutta la zona per gli allagamenti: chiuse al traffico la via per Artimino nel Comune di Montelupo Fiorentino e la Statale 67 in località La Lisca tra Montelupo e Lastra a Signa. Chiuso anche il sottopasso ferroviario di Camaioni dopo il Ponte di Bitossi sull'Arno, che congiunge Carmignano a Montelupo.

Allerta anche in Emilia Romagna, in particolare nel modenese per la piena dei fiumi Secchia e Panaro. Sono chiusi stamani il ponte Alto, il ponte dell'Uccellino a Modena e ponte Motta sulla provinciale 468 a Cavezzo. I livelli del Secchia hanno superato i nove metri a ponte Alto, circa un metro in meno rispetto alla piena del 19 gennaio.

in aggiornamento
ITALY-WEATHER-RAIN-FLOODY

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO