Vladimir Luxuria arrestata (e poi liberata) a Sochi per aver portato una bandiera gay

L'ex deputata era sbarcata nella città russa per protestare contro le discriminazioni.

Aggiornamento 17/2: Vladimir Luxuria è stata liberata, tutti i dettagli nell'aggiornamento di Gossipblog.

-

Vladimir Luxuria è stata arresta a Sochi, dove si stanno tenendo le olimpiadi invernali per aver sbandierato una bandiera color arcobaleno, simbolo del movimento gay. Lei stessa aveva annunciato il suo sbarco nella città russa per protestare contro le discriminazione nei confronti dei gay di cui è accusato Putin.

”L’obiettivo, naturalmente, e’ quello di protestare contro la legge omofoba di Putin, quella che vieta pretestuosamente la propaganda gay in presenza di minori”, ha spiegato Luxuria all'Ansa; che però in serata è stata arrestata, probabilmente proprio per aver portato - provocatoriamente - una bandiera gay a spasso.

La notizia è stata confermata da Imma Battaglia, presidente onorario di ‘Gay Project’: "Ho appena ricevuto una telefonata da Vladimir Luxuria. É stata arrestata dalla polizia a Sochi mentre assisteva alle Olimpiadi con una bandiera con la scritta in russo ‘Gay è ok’. L’atteggiamento degli agenti é stato brutale e aggressivo. Nessuno parla inglese. Ora si trova da sola in una stanza con luci al neon sulla faccia, presumibilmente in stato di fermo. Chiediamo un intervento immediato del ministro Bonino".

Italian Deputy Vladimiro Guadagno, aka V

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO