Pakistan: fatwa contro amanti, uccisi a colpi di pietre

L'episodio è avvenuto in un villaggio, dove la donna e l'uomo sono stati lapidati per difendere l'onore del marito di lei, abbandonato.

Una coppia di amanti è stata lapidata in Pakistan con l'accisa di avere una "relazione illecita". L'episodio è avvenuto in un villaggio di Loralai, nella provincia del Beluchistan. A decretare la fatwa, quindi la terribile punizione, sarebbe stato il muftì, per salvare l'onore del marito abbandonato dalla traditrice.

La notizia arriva dal giornale pachistano Dawn. I due sono stati uccisi a colpi di pietre nel villaggio di Mankzai. Entrambi sposati, entrambi quindi considerati traditori. Il muftì che ha emesso la fatwa religiosa è stato arrestato, insieme ad altri sei uomini, accusati di aver lapidato la coppia. Tra le persone fermate, secondo la tv Dunya, c'è anche il fratello della donna.

Secondo alcuni testimoni del villaggio, l'uomo e la donna non sarebbero stati solo lapidati, ma sarebbero stati finiti a colpi d'arma da fuoco. Un alto funzionario dell'amministrazione locale, Zulfiqar Durrani, ha aggiunto: "I due cadaveri saranno riesumati e verranno effettuati tutti gli esami per capire esattamente come siano stati uccisi". Alla fine delle indagini, si saprà dunque la reale dinamica dell'accaduto.

Centinaia di persone vengono uccise ogni anno in Pakistan per difendere l'onore della famiglia, ma le lapidazioni sono piuttosto rare. I rapporti tra uomini e donne, senza l'approvazione della famiglia, vengono considerati immorali in molte parti del Paese. In particolare nelle aree tribali, profondamente conservatrici e ancorate alle tradizioni.

Lapidazione in Pakistan

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO