Incidente Schumacher: decade ogni responsabilità penale

La procura di Albertville ha escluso responsabilità penali, poiché segnaletica, illuminazioni e informazioni sulla pista corrispondevano alle norme vigenti in Francia

L’inchiesta aperta lo scorso 29 dicembre sulle cause e le circostanze dell’incidente sciistico di Michael Schumacher in Savoia è stata classificata senza seguito questa mattina, lunedì 17 febbraio.

Secondo Patrick Quincy, procuratore della Repubblica di Albertville, “nessuna infrazione è stata rilevata a carico di chiunque”. L’incidente si è prodotto in una zona fuori pista, la segnaletica, l'illuminazione, il picchettamento e le informazioni fornite sui limiti di questa pista erano conformi alle norme vigenti in Francia. La decisione del tribunale non impedisce, tuttavia, alla famiglia Schumacher di presentare un eventuale esposto in sede civile.

Secondo il tribunale, la roccia che ha provocato la caduta e quella su cui il sette volte iridato di Formula uno avrebbe picchiato la testa sono distanti 10,4 metri l’una dall’altra e sono situate a 4,5 metri dal limite della pista rossa Chamois.

Il pilota si trova attualmente in una fase di risveglio che consiste nella riduzione dei sedativi. L’uscita dal coma artificiale sarà il momento in cui verranno valutate le risposte alle stimolazioni verbali. I tempi di recupero non sono attualmente valutabili:

La strada può essere ancora molto lunga. Si sono visti pazienti migliorare fra un anno e tre anni dopo l’incidente,

ha spiegato il dottor Vigué che sta seguendo il caso dell’ex ferrarista.

Via | Le Monde

Video | Youtube

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO