Prelievo di sangue sbagliato, a processo chirurghi e infermiere

Il giovane ha subito danni permanenti all'arteria femorale

Un prelievo di sangue con lesioni a un giovane tossicodipendente, che subisce danni permanenti all'arteria femorale e alla capacità di camminare. È quanto successo al Sert dell'ospedale Sant'Antonio di Padova. I fatti risalgono al 2011, ma la vicenda è arrivata a processo solo in questi giorni, con il rinvio a giudizio di un infermiere e due chirurghi del nosocomio veneto.

Tutto ha inizio quando un giovane tossicodipendente, all'epoca dei fatti 25enne, si presenta al Sert di Padova e un infermiere viene incaricato di fargli un prelievo di sangue. Il giovane ha le vene danneggiate a causa dell'uso di droga, e secondo l'accusa l'infermiere, non riuscendo a individuare il punto dove inserire l'ago, ha autorizzato il giovane a fare da solo e a praticarsi autonomamente il prelievo. Il giovane, non avendo competenze in merito, si è procurato un'infiammazione all'inguine, dopo aver bucato l'arteria femorale.

La vicenda però non è finita qui, perché il giovane, vittima di dolori lancinanti, è tornato nello stesso ospedale nove giorni dopo per farsi visitare. Un primo chirurgo non si sarebbe reso conto della gravità della lesione e ha diagnosticato una semplice infiammazione da curare con riposo e impacchi di ghiaccio. Ovviamente la terapia non è servita e, dopo un ulteriore peggioramento, il giovane si è recato di nuovo all'ospedale dove è stato visitato da un secondo chirurgo.

Anche questo secondo medico avrebbe preso sottogamba la lesione, rimandando a casa il ragazzo senza prescrivere gli accertamenti del caso. Solo tempo dopo si è capita la gravità della lesione, ma a quel punto era troppo tardi. Il giovane ha subito un danno permanente con lacerazione dell'arteria femorale che gli impedisce una corretta deambulazione. Ora arriva il rinvio a giudizio per i tre responsabili, un infermiere 55enne, e due chirurghi rispettivamente di 44 e 55 anni.
A volonteer gives his blood on June 14,

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO