Commerciante di Casalnuovo si uccide per una multa da duemila euro

Proprietario di una panetteria in cui la moglie lavorava senza contratto.

Duemila euro di multa perché la moglie lavorava nella panetteria di proprietà del marito senza alcun regolare contratto di lavoro. Una irregolarità non così grave visto il rapporto tra i due, ma che comunque non ha impedito a Eduardo De Falco, di Casalnuovo, provincia di Napoli, di vedersi comminare una sanzione da duemila euro. Una cifra alta, soprattutto in tempi di difficoltà, e che ha mandato in crisi l'uomo.

A peggiorare la situazione, la scadenza strettissima per il pagamento, entro mezzogiorno, e a cui sarebbe seguita una seconda multa di novemila euro. Eduardo De Falco, proprietario della panetteria e pizzeria di Casalnuovo, non ha retto al colpo, e ha deciso di farla finita respirando il gas della sua auto, sotto casa.

A trovarlo è stato un vicino che ha subito chiamato la moglie. Il padre della moglie ha spiegato a Il Mattino come l'uomo fosse in difficoltà economica e come quindi questa multa abbia fatto traboccare un vaso probabilmente già colmo. La vicenda ha sconvolto la cittadina e soprattutto i commercianti, doppiamente solidali con l'uomo: "Faremo denuncia per istigazione al suicidio".

Domani la serrata dei negozi - in ricordo di Eduardo e per protesta, alle 11 del mattino - organizzata dal consorzio di commercianti di Casalnuovo.

GERMANY-LIFESTYLE-FEATURE-BREAD

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO