Pesce e crostacei scaduti da anni pronti per essere venduti ai ristoranti di Milano

Operazione Gambero Verde, dal colore assunto dai gamberoni...

Quaranta tonnellate di pesce e di crostacei scaduti in alcuni casi da sei anni erano pronti per essere venduti ai ristoranti di Milano. Sono stati per fortuna sequestrati dagli uomini della Guardia di Finanza nell'ambito dell'operazione Gambero Verde, nome che richiama quello che, evidentemente, era proprio il colore che i gamberoni avevano assunto.

Ma in quali ristoranti poteva finire questa merce avariata? Ristoranti cinesi, giapponesi, ma anche italiani specializzati in pesce. E in tanti hanno rischiato di mangiare questo pesce: "Un milanese su cinque avrebbe potuto mangiarli", fanno sapere le Fiamme Gialle, che per sequestrare la merce hanno ispezionato depositi di grossisti nell'area nord di Milano.

Solo a Cornaredo sono stati sequestrate 16 tonnellate di pesce scaduto. Questi, in particolare, potevano finire non solo nei ristoranti ma addirittura al supermercato. Il titolare del magazzino era un uomo di nazionalità cinese denunciato per immissione in commercio di prodotti adulterati. Qui si sono trovati gamberi e gamberoni scaduti nel 2008, così come scadute erano le alghe nori usate per il sushi e confezioni di wasabi e frutta essiccata.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO