Studentesse rapite in Nigeria: otto sono ancora in mano a Boko Haram

L'esercito con un blitz ha liberato quasi tutte le ragazze sequestrate lunedì sera dal gruppo terroristico estremista.

Le studentesse sequestrate dal gruppo terroristico Boko Haram sono state liberate dall'esercito nigeriano. Ma otto di loro mancano all'appello. Secondo il portavoce delle Forze armate, Chris Olukolade, nel raid un terrorista sarebbe stato catturato. Il rapimento era avvenuto lunedì sera, durante un attacco ai danni della scuola secondaria di Chibok, nello stato del Borno, che si trova nel nordest della Nigeria. Boko Haram aveva saccheggiato le abitazioni vicine, incendiandole e portando via, come bottino, numerose studentesse.

La polizia aveva parlato di un centinaio di ragazze nelle mani dei terroristi che odiano la cultura occidentale, tanto da considerarla sacrilega. La Bbc aveva invece dato altri numeri: almeno 200 sarebbero state le studentesse sequestrate. Secondo la tv britannica, uomini armati le avevano costrette a salire su quattro camion e solo poche ragazze erano riuscite a scappare. Un'azione in grande stile per i terroristi che poco più di 24 ore prima si erano resi autori di una carneficina ad Abuja, uccidendo 70 persone.

Coperti da anonimato, alcuni abitanti di Chibok avevano raccontato che le ragazze rapite erano in attesa di un esame annuale che dà accesso a un diploma comune a molti paesi dell'Africa anglofona, il Waec. Un testimone ha detto ciò che ha visto: "Su camion e moto, gli uomini armati si sono diretti verso la scuola. C'erano numerosi soldati nella zona, ma sono stati dominati e poi le ragazze sono state portate via".

Boko Haram ha spesso preso di mira le scuole, fin dall'inizio dell'insurrezione - che data 2009 - e che ha già fatto migliaia di morti. In un precedente attacco nello stesso Stato del Borno, i terroristi avevano circondato un'altra scuola femminile, obbligando le liceali a uscire e a tornare nei rispettivi villaggi per evitare di venire uccise.

Scuola nigeriana

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO