Immigrazione, continuano gli sbarchi: 2000 migranti nelle ultime 48 ore

L'accoglienza va in tilt: saturati i centri siciliani i migranti vengono smistati in tutto il Paese

Continuano senza sosta gli sbarchi di migranti in terra di Sicilia: da Agrigento fino a Palermo e da Messina fino a Trapani, tutti i centri di accoglienza dell'isola sono oramai definitivamente al collasso tanto che da ieri alcuni voli charter stanno distribuendo i nuovi arrivati in diverse province del Paese.

Sono ben 2000 i migranti giunti sul suolo italiano nelle ultime 48 ore: al Viminale si cominciano a studiare soluzioni estreme, come fu nel 2011 quando il ministero dovette redigere e gestire un piano straordinario che ha portato all'accoglienza di oltre 50mila migranti solo quell'anno: numeri record che mostrano quanto necessaria sia una maggior cooperazione europea sul fronte migratorio nel sud del Continente. Anche in Spagna infatti le cose non vanno per il meglio: a Ceuta e Melilla, dove il governo di Madrid ha militarizzato fino all'estremo confini e zone di "accoglienza" (recintate), sono continui i tentativi di fuga, e di arrivo, da parte di centinaia e centinaia di migranti ogni giorno, con gli agenti spesso costretti a rincorrerli lungo le recinzioni o nei prati.

Tornando in Sicilia, solo nel 2014 è stato stimato che gli arrivi siano stati oltre 30mila: è ormai quotidiano l'arrivo di centinaia e centinaia di stranieri soccorsi dalle navi della missione Mare Nostrum su imbarcazioni sempre più fatiscenti e a rischio affondamento; nella sola giornata di ieri è stata fatta attraccare ad Augusta una nave della Marina Militare con 1.170 migranti (oltre 200 minori non accompagnati), mentre un'altra con 358 migranti a bordo (tra cui due donne incinte) è stata fatta attraccare al porto di Palermo, dato che i centri di accoglienza di Pozzallo sono pieni, alla presenza del sindaco Leoluca Orlando, che ha chiesto al governo di Roma e a Bruxelles di accordarsi affinchè il peso dell'accoglienza non gravi unicamente sul sud Italia e sulla Sicilia.

Hundreds Of Migrants Arrive To Sicily After Being Rescued By Italian Navy

Anche l'Anci parla di "enormi problemi" creati dai flussi, chiedendo al ministro dell'Interno di intervenire, mentre la Regione Sicilia ha chiesto a 65 istituti pubblici di assistenza e beneficenza (Ipab) di mettere a disposizione le proprie strutture per accogliere i migranti che sbarcano sull'isola.

Tuttavia, l'idea di dislocare i migranti in tutto il Paese per mezzo di voli charter non piace agli amministratori locali:

"Il ministero dell'Interno dice: 'Ho mille profughi da sistemare' e si muove in maniera quasi autoritativa, 50 a provincia. In questo modo, senza concertazione con Regioni e Comuni, ci mette in difficoltà."

ha dichiarato ieri all'Ansa il sindaco di Modena Giorgio Pighi, delegato nazionale Sicurezza, Immigrazione e Legalità dell'Anci.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. E’ disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO