Maltempo nelle Marche, due le vittime: Renzi promette l'impegno del Governo

Senigallia è la zona più colpita

18.50: la visita di Matteo Renzi si è conclusa dopo un paio d'ore con la promessa del Premier che una volta fatto il censimento dei danni il Governo si impegnerà in prima persona per aiutare i cittadini e il comune di Senigallia, seguendo "il metodo di lavoro già sperimentato con Protezione civile e Palazzo Chigi".

16.50: Matteo Renzi, come anticipato nel primo pomeriggio, è arrivato a Senigallia e ha cominciato subito la sua visita lampo facendo un sopralluogo delle aree della città più colpite dall’alluvione. Subito dopo, secondo il programma, il premier si recherà in Comune per incontrare il sindaco del paese, Maurizio Mangialardi.

14.50: il premier Matteo Renzi raggiungerà nel pomeriggio di oggi Senigallia, accompagnato dal capo della Protezione Civile Franco Gabrielli, per verificare di persona la situazione provocata dal maltempo e dimostrare la sua vicinanza ai cittadini.

11.05: i tecnici sono ancora al lavoro per ripristinare la corrente elettrica e le comunicazioni nelle parti della città in cui manca ormai da decine di ore e durante la notte sono stati riaperti i caselli della A14, ma l’allerta maltempo resterà per le prossime 72 ore, con le scuole chiuse per altri due giorni.

Aggiornamento 4 maggio 2014, 9.10: la situazione nella zona di Senigallia, e nelle Marche più in generale, sta lentamente tornando alla normalità. Il livello del fiume Misa è diminuito in modo importante e quasi tutti gli sfollati sono riusciti a rientrare nelle proprie case, ma resta ancora l’emergenza per quanto riguarda le comunicazioni telefoniche e il servizio elettrico, con circa il 60% della popolazione di Senigallia ancora senza luce.

Le idrovore, ce lo confermano gli utenti di Twitter che in queste ore hanno continuano a fornire aggiornamenti in tempo reale, hanno lavorato per tutta la notte per ripulire le strade, i giardini e gli scantinati.

20:30 - Sale a due il bilancio delle vittime del tremendo alluvione che ha colpito oggi le Marche. Si tratta dell'anziano disperso nella piena del fiume Misa a Borgo Bicchia di Senigallia e che ora è dato ufficialmente per deceduto. La vittima si chiamava Aldo Cicetti, aveva 80 anni ed era ipovedente. Sarebbe stato sorpreso dall'ondata di acqua e fango nello scantinato di casa, dove si trovava con la moglie, che invece è riuscita a mettersi in salvo.

L'alluvione nel Senigalliese


È di un morto il bilancio dell'ondata di maltempo che sta colpendo in queste ore le Marche. In particolare il Senigalliese è in piena emergenza alluvione, con gran parte delle strade bloccate. Proprio questo ha causato la morte di un 75enne, che non è stato soccorso in tempo dopo essere rimasto intrappolato nel suo garage. I soccorsi sono stati rallentati dalle strade bloccate e sono giunti sul posto quando non c'era ormai più niente da fare. L'uomo è annegato nella frazione di Roncitelli, mentre la moglie è riuscita a salvarsi. Fonti locali riportano di un disperso sempre a Senigallia.

Avventura a lieto fine invece per un 86enne di Jesi, salvato dai carabinieri dopo essere rimasto intrappolato con la propria auto in un sottopasso completamente allagato. La Protezione Civile non esclude però che ci siano altre vittime. Le strade sono completamente bloccate a Senigallia, Osimo, Ostra, Corinaldo, Chiaravalle, Jesi, mentre il Misa minaccia di straripare e, sempre a Senigallia, il fiume Cesano è uscito dagli argini all'altezza della frazione di Brugnetto.

Sono stati chiusi i caselli in entrata e in uscita dell'autostrada A14 a Senigallia: la zona, dove è esondato il fiume Cesano a causa del maltempo, è allagata. È invece percorribile in quel tratto la SS16, dove però posti di blocco impediscono l'accesso alle aree allagate, mentre viene costantemente monitorata la linea ferroviaria adriatica: le ferrovie e l'aeroporto di Ancona Falconara sono operativi

Ci sono stati intanto smottamenti e frane tra Pianello di Ostra e Brunetto, a Jesi centro, sulla superstrada e in via San Marcello, sempre in Vallesina. A Serra dei Conti è esondato un torrente.

maltempo

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO