Libia, barcone di migranti affonda al largo di Tripoli: almeno 40 morti

Cinquantuno persone sono state tratte in salvo, mentre il recupero dei cadaveri è ancora in corso.

Barcone carico di migranti haitiani


Tragedia al largo di Tripoli, dove oggi un barcone carico di migranti è affondato in circostanze ancora da chiarire. La notizia è stata diffusa dal governo libico, secondo il quale almeno 40 persone sarebbero decedute.

Le autorità locali sono riuscite a trarre in salvo 51 persone, mentre il bilancio delle vittime è in aggiornamento.

I migranti erano in viaggiocon l’intenzione di raggiungere le coste europee in un flusso che da qualche mese a questa parte fa fatica a interrompersi.

E nelle stesse ore in cui i soccorsi sono ancora al lavoro, il governo libico lancia un avvertimento all’Unione Europa, una vera e propria minaccia: se la UE non farà di più per sostenere la Libia nella gestione dei migranti che quotidianamente utilizzano il Paese come punto di transito verso l’Europa, Tripoli farà di tutto per agevolare il loro viaggio illegale verso le coste europee:

Relativamente all'immigrazione illegale, do un avvertimento al mondo, ed in particolare all'Unione Europea, perchè se non si assumeranno la responsabilità con noi, lo stato libico adotterà una posizione su questo argomento per cui potrebbe agevolare il rapido passaggio di questo flusso di persone attraverso la Libia, dato che Dio ha fatto di noi un punto di transito per questo flusso. La Libia ha pagato un prezzo. Ora è il turno dell'Europa.

Parola di Salah Mazek, ministro dell’Interno della Libia.

(in aggiornamento)

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO