Elezioni europee 2014: il tema dell’immigrazione secondo il Pse

I Socialisti europei si battono per un'Europa che non sia fondata sul pregiudizio, sull'odio e sulla divisione.

Banco di prova decisivo per le forze progressiste le prossime elezioni europee. Con l'immigrazione tra i temi centrali per il Pse. Il naufragio dello scorso 3 ottobre a Lampedusa, con un bilancio tragico, ha avuto il merito di ampliare il dibattito sui migranti. L'Italia, nei prossimi 20 anni, avrà bisogno di quattro milioni di forze lavoro (stime Ocse) per matenere i suoi standard produttivi, a causa del declino demografico che vede il Bel Paese, subito dopo la Germania, come lo stato più anziano d'Europa.

Gli immigrati, insomma, vanno regolarizzati come risorsa fondamentale per il mondo del lavoro. Non solo in Italia, naturalmente.

"L'immigrazione verso l'Italia e l'Europa è ormai un dato strutturale, necessario al nostro sistema, E' dunque necessario abbandonare un approccio nazionale al problema, essendo inefficace e fallimentare".

La crisi economica ha reso ancora più difficile arginare il fenomeno dai singoli Stati e ha finito per trasformare la narrazione degli sbarchi in qualcosa di assolutamente negativo. Sono dunque cresciute forze xenofobe come Ukip in Gran Bretagna, Pvv in Olanda, Alba Dorata in Grecia, Front National in Francia e Jobbik in Ungheria. A cui si sono sommate altre forze che hanno cavalcato l'immigrazione e le sue tragedie come un paradigma del fallimento Ue.

Pse

Il Pse punta alle europee e al successo di quanti temono l'escalation della destra. E propone un approccio culturale e di polizie mirate, che rilancino l'istituzione europea come soggetto politico ed economico globale. E l'estensione dell'idea di cittadinanza europea. comprensiva di diritti civili e politici a chi qui risiede regolarmente (il voto, la possibilità di accedere ai concorsi pubblici e a lavorare dentro i confini Ue, la libertà religiosa). Una società aperta e plurale è il quadro che viene fuori dal programma del Pse.

Che ha in Martin Schulz, presidente uscente del Parlamento europeo, il candidato di punta. E in dieci punti il programma che vuole sbancare (e, secondo i sondaggi, potrebbe farcela davvero).

"Ci batteremo per un'Europa che rispetti i diritti e gli obblighi di ciascuno, che non sia fondata sul pregiudizio, sull'odio e sulla divisione".

In Italia, ha aderito al Pse il Partito Democratico. In generale, il gruppo riunisce la sinistra moderata europea.

Martin Schulz

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO