Trovati 250 cadaveri in cantina università di Madrid [VIDEO]

Cavie per esperimenti, destinate alla cremazione, invece dimenticate in una cantina dell'università di Medicina a Madrid. I giornalisti di El Mundo hanno fatto lo scoop nella cantina degli orrori.

Cavie per esperimenti, dimenticate poi nella cantina della facoltà di Medicina all'Università di Madrid. I giornalisti del quotidiano El Mundo hanno ritrovato 250 cadaveri accatastati uno sull'altro. Si tratta di corpi che erano destinati alla cremazione, dopo essere stati utilizzati però dagli studenti dell'ateneo per esperimenti di anatomia.

A impressionare è anche come sono stati trovati i corpi: uno sull'altro, da chissà quanto tempo. Come 'cose', non come 'persone'. Sono coperti da lenzuoli, ma le foto scattate mostrano uno stato di abbandono che ha fatto ribattezzare il luogo come "la cantina degli orrori". Guardando le immagini, effettivamente, pare di trovarsi in una fossa comune e non in un'università famosa.

Secondo i funzionari universitari, questa 'dimenticanza' sarebbe avvenuta a causa della mancanza di personale. Il dipendente del forno crematorio, infatti, è stato pre-pensionato e - secondo Ramon Merida, direttore del dipartimento di Anatomia ed Embriologia Umana II della Facoltà – non è possibile sostituirlo. I sindacati denunciano: non ci sono le condizioni per emettere un nuovo bando di concorso a causa delle pessime condizioni del forno. Costruito nel 1991 - quindi, tutto sommato, recente - emetterebbe gas nocivi che si diffondono nell'atmosfera insieme a virus e batteri pericolosi.

Malgrado questa situazione da Terzo Mondo, la facoltà di Medicina continua a ricevere decine di corpi ogni anno. L'università ha deciso di aprire un'inchiesta informativa sulla situazione, della quale non era a conoscenza in rettorato. Alla Regione madrilena dicono invece di non avere competenze in materia. Una sorta di scarica barile dopo lo scoop giornalistico.

Corpi in cantina

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO