Prime pagine di oggi, venerdì 23 maggio

Le prime pagine dei quotidiani italiani di venerdì 23 maggio 2014

libero14

Giornata di sciopero per i poligrafici ma alcuni quotidiani vanno lo stesso in edicola approfittando di una minore concorrenza nelle ultime battute della campagna elettorale. Il Fatto quotidiano apre con La banda banchieri e evidenzia la piazza mezza piena al comizio di ieri di Matteo Renzi. Ma si torna sul caso più scottante delle ultime settimane con Scajola, ecco le carte che fanno paura a B.

Il Giornale la vede in un altro modo, Vittorio Feltri titola il suo editoriale: Biagi, Scajola e quelle accuse odiose e tardive. L’apertura, però, è con Berlusconi: governo a rischio. Nella foto a centro pagina spazio allo storico avversario: De Benedetti scorda i suoi guai e vuole Tronchetti in galera.

Prime pagine venerdì 23 maggio

Libero apre con Per poter far quadrare i conti arruolano mafiosi e lucciole, in riferimento al fatto che l’Ue, da quest’anno, calcolerà i proventi di attività illegali, come spaccio di droga, prostituzione e contrabbando. A centro pagina una vignetta con un Renzi sorridente che rimanda all’intervista intitolata con un virgolettato: “Non al governo con Forza Italia. E non faccio sconti alla Rai”.

Per Il Manifesto Il voto utile è quello per L’altra Europa con Tsipras, interessante l’apertura di Pagina 99 con Europa, le lobby nell’urna. La Padania mette quattro leader in prima pagina dando controindicazioni per le imminenti elezioni europee: votare Berlusconi e Renzi significa votare per la Merkel, Grillo equivale a un “kaiser” e Alfano a un voto nullo.

Il Corriere dello Sport apre con un’ipotesi davvero suggestiva per il mercato bianconero: La Juve chiama Drogba. Sulla crono del Giro il titolo è Il capolavoro di Uran tappa e maglia rosa.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO