Tubercolosi per poliziotti di Ferrara: Salvini & C., va in scena la bufala anti - immigrati

Due sindacalisti della polizia di Ferrara parlano di due agenti della questura contagiati dalla tbc, Salvini cavalca la bufala. L'Ausl smentisce: "Nessun caso tra poliziotti o immigrati".

Due poliziotti di Ferrara hanno preso la tubercolosi dagli immigrati. La bufala viaggia veloce e coinvolge pure Matteo Salvini, leader del Carroccio, che twitta immediatamente:

A comunicare il contagio erano stati due rappresentanti dei sindacati Siap e Sap, Luca Caprini e Alessandro Chiarelli, smentiti poi clamorosamente dalle autorità sanitarie. Secondo i due sindacalisti, due agenti della questura avevano preso la tbc dagli immigrati presenti nelle strutture di accoglienza. Il sito Estense.com riprende la notizia e scrive:

"L’ultimo caso è stato registrato solo venerdì scorso, mentre il primo è risalente a circa un mese fa. Per uno degli agenti la tubercolosi sarebbe stata riscontrata in forma attiva e sarebbe già seguito dall’Ausl per effettuare il ciclo di antibiotici per 6 mesi; l'azione infettiva del batterio sull'altro agente sarebbe stata bloccata prima. I due operatori erano privi di protezioni minimamente efficaci e ora devono affrontare il complesso iter della profilassi"

I due sindacalisti appartengono a due sigle politicamente collocate all'estrema destra. Non forniscono ulteriori dettagli utili a verificare la loro denuncia. E qui viene fuori la bufala, per bocca delle autorità sanitarie, citate sempre a Estense.com:

"Allo stato attuale non ci sono evidenze di casi di malattia tra il personale della Polizia, così come non si sono evidenziati casi di malattia tra i soggetti di recentissima immigrazione, questi ultimi sottoposti a valutazione clinico radiologica con esito negativo".

L'Ausl aggiunge:

"In base a quanto previsto dai programmi di controllo della diffusione della Tubercolosi, tutto il personale della Polizia impegnato nelle operazioni di gestione dei migranti è stato sottoposto a controlli con il test cutaneo alla tubercolina, mentre gli immigrati sono stati sottoposti a controllo clinico - radiologico volto a escludere la presenza della malattia con esito negativo".

Insomma, non ci sono poliziotti infettati. E neanche immigrati. Salvini avrà sicuramente letto le smentite dell'Azienda sanitaria, ma sul suo profilo twitter non ve n'è traccia ancora questa mattina. Come mai?

Matteo Salvini

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO