Ascoli, scontro in volo tra Tornado. Napolitano: “profonda commozione in tutto il Paese”

L'impatto fra i due aerei militari è avvenuto fra Olibra e Venarotta.

13.40: è stata recuperata anche la seconda scatola nera dei Tornado che si sono schiantati in volo nei cieli di Ascoli Piceno. Il ritrovamento è avvenuto a poco meno di un chilometro dal luogo in cui nelle ultime ore è stato scoperto il corpo del pilota Mariangela Valentini, Poggi Anzù.

Ora, come già avvenuta con la precedente, questa seconda scatola nera sarà presa in consegna dalle forze di polizia. Se le condizioni di conservazione lo renderanno possibile, il contenuto della stessa sarà di fondamentale importanza per ricostruire cosa sia accaduto a bordo del velivolo da caccia.

13.00: il presidente della Repubblica Giorgio Napoletano ha espresso la propria commozione per la tragedia in cui hanno perso la vita i quattro militari dell’Aeronautica in una nota inviata al Capo di Stato Maggiore della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli:

Il tragico incidente aereo in cui hanno perso la vita il Capitano Mariangela Valentini, il Capitano Alessandro Dotto, il Capitano Giuseppe Palminteri e il Capitano Paolo Piero Franzese, mentre erano impegnati in attività addestrativa, ha destato profonda commozione in tutto il Paese. In questa triste circostanza, voglia rendersi interprete presso l'Aeronautica Militare e le famiglie dei quattro ufficiali dei miei sentimenti di cordoglio, solidarietà e intensa partecipazione al dolore dei congiunti.

23 agosto 2014 - Si chiudono le ricerche dei quattro piloti rimasti uccisi nello scontro tra i due Tornado. L’Aeronautica militare ha confermato il ritrovamento del quarto e ultimo corpo, quello del capitano pilota Mariangela Valentini, rinvenuto sotto la cabina di pilotaggio di uno dei due velivoli.

Ora, dopo il ritrovamento di una delle due scatole nere, proseguono le ricerche della seconda, fondamentale per la ricostruzione dell’accaduto.

19:39 È stata ritrovata completamente bruciata la cabina di pilotaggio di uno dei due caccia Tornado coinvolti nell'incidente di martedì scorso. Il ritrovamento è stato effettuato dal Soccorso Alpino della Forestale, della Guardia di Finanza e dai Vigili del Fuoco. La scoperta - precisa in una nota la Forestale – è avvenuta nel tardo pomeriggio vicino Poggio Anzù, in una vallata a circa quattrocento metri dal centro di coordinamento dei soccorsi.

14:40 Localizzata tra i relitti dei due Tornado precipitati sulle colline di Ascoli Piceno una delle scatole nere. Proseguono intanto le ricerche degli altri corpi, mentre il pm incaricato dell'indagine parla esplicitamente di "Errore umano" come causa dell'incidente.

22 agosto, ore 14:11 I resti di uno dei due piloti ancora dispersi sono stai ritrovati in località Poggio Anzù da una delle squadre di soccorso alpino impegnate nelle ricerche. Il ritrovamento è avvenuto in un luogo distante da quello in cui erano stati ritrovati i resti dei primi due militari che viaggiavano a bordo dei due caccia.

21 agosto, ore 10:20 Mentre sono ancora in corso le ricerche degli altri due militari coinvolti nello scontro tra Tornado di ieri, fonti dell'Aeronautica militare fanno sapere che non è ipotizzabile che ci siano superstiti all'incidente.

Ancora in corso l'indagine per appurare le cause dell'incidente, anche se l'ipotesi più probabile è quella dell'errore umano, anche perché, come riporta l'Aeronautica, lo scontro è avvenuto al di fuori della zona autorizzata per le esercitazioni.

17.20: uno dei due corpi rinvenuti nella giornata di oggi è quello del capitano Mariangela Valentini, 31 anni, pilota di caccia che nel 2010 e nel 2011 aveva preso parte alle operazioni in Afghanistan e Libia. Il secondo corpo non è stato ancora identificato, mentre le ricerche degli altri due piloti proseguono senza sosta.

Intanto la Procura militare di Verona ha aperto un’inchiesta sull’incidente, mentre la Procura di Ascoli Piceno indaga con l’ipotesi di reato di disastro aereo colposo.

13.40: anche i resti di un secondo pilota sono stati rinvenuti. Il cadavere, non ancora identificato, è stato scoperto a pochi metri da quello ritrovato in mattinata. I resti di quest’ultimo appartengono a un uomo, ma sarà l’autopsia a confermare a quale dei tre coinvolti nell’incidente. Il capitano pilota Mariangela Valentini risulta ancora disperso.

11.10 - il corpo carbonizzato di uno dei quattro militari è stato rinvenuto questa mattina nella zona di Tronzano, nei nella fusoliera di uno dei due caccia coinvolti nello scontro. E mentre le ricerche degli altri tre proseguono senza sosta, i carabinieri di Ascoli Piceno mettono un freno alle speranze:

Escludiamo che i piloti dispersi a seguito dell'incidente aereo siano ancora vivi.

20 agosto 2014 - Sono proseguite per tutta la notte, con elicotteri dotati di visori notturni, le ricerche dei quattro militari che ieri erano a bordo dei due Tornado che si sono scontrati tra Olibra e Venarotta, nelle Marche. Al momento, però, senza successo: le ricerche sono possibili soltanto per via aerea, prima di cominciare quelle via terra sarà necessario spegnere tutti gli incendi provocati dallo schianto dei caccia.

Nelle ultime ore sono stati ritrovati un tesserino con la foto del capitano navigatore Giuseppe Palminteri e un paracadute arancione, quest’ultimo nella zona di Casamurana. Oltre a Palminteri risultano dispersi il capitano pilota Alessandro Dotto, il capitano pilota Mariangela Valentini e il capitano navigatore Paolo Piero Franzese.

ore 20:13 Un paracadute di colore arancione è stato localizzato a Casamurana, una località vicina al luogo in cui sono precipitati i due Tornado scontratisi in volo. Lo confermano i Carabinieri di Ascoli.

ore 18:59 I 4 aviatori (2 piloti e 2 navigatori) provenivano dalla base di Brescia.

ore 18:57 "Fare chiarezza sull'incidente e ritrovare i quattro aviatori dispersi", queste le priorità dell'Aeronautica Militare che ha sottolineato come sia "stata aperta un'indagine" con un team di esperti che si è recato sul luogo dello schianto.

ore 18:53 Con i successivi tweet l’aeronautica ha confermato di avere inviato un team di esperti sul luogo dell’incidente per valutare cause e conseguenze dell’accaduto. Sono inoltre in volo elicotteri del soccorso aereo che stanno compiendo una ricognizione nell’area.



ore 18:52 Erano le 18:15 quando l'Aeronautica Militare - dopo circa un'ora e mezza dalla diffusione della notizia - ha emesso il primo tweet per confermare l'incidente.


ore 18:42 Il Corpo forestale dello Stato sta operando in provincia di Ascoli Piceno dove è avvenuto lo scontro tra i due aerei militari provenienti da opposte direzioni. L’incidente ha provocato circa 5 focolai di incendi in una zona caratterizzata dalla presenza di folta macchia mediterranea. Sul posto sono intervenute una decina di unità appartenenti al Comando Stazione e Comando Provinciale di Ascoli Piceno del Corpo forestale dello Stato. Le fiamme che i Forestali stanno cercando di sedare hanno interessato le frazioni di Casamurana e Poggia in Su (AP). Non risultano, almeno per il momento, danni o evacuazioni di vicine abitazioni. Sul posto sono intervenuti anche i soccorsi aerei della Forestale con un Erickson S64F partito dalla base de L’Aquila

ore 17:30 Il sindaco di Ascoli Piceno, Guido Castelli, è la prima autorità a rilasciare una dichiarazione ufficiale sull'incidente avvenuto nei cieli dell'ascolano:

Dalle prime informazioni che abbiamo,a bordo dei due aerei militari che si sono scontrati,c'erano quattro piloti che risultano dispersi. La zona interessata è quella di Mozzano e in seguito allo scontro sono scoppiati incendi in diverse aree. Non sembra che siano coinvolti civili.

ore 17:27 Intanto l'Ansa ha raccolto la testimonianza di un abitante della zona:

Stavo lavorando al computer nella mia casa ad Ascoli Piceno, quando ho sentito passare un aereo sopra di me. Mi sono affacciato alla finestra e pochi secondi dopo, all’incirca dalla direzione opposta, ho visto giungere un altro caccia. Ho visto i due velivoli scontrarsi e l’esplosione. Non ho potuto vedere dove sono caduti gli aerei. Dal luogo dell’impatto, all’incirca fuori dalle mura di Ascoli (forse a Mozzano), si alza una nube di fumo nera. Si sentono le sirene di ambulanze e vigili del fuoco.

ore 17:21 Gli aerei sono precipitati sui monti della Laga, a una trentina di chilometri da Ascoli Piceno. I piloti dei due tornado che si sono scontrati in volo si sarebbero eiettati, ma al momento non si conosce ancora la loro sorte e nemmeno se la caduta dei due velivoli abbia fatto altre vittime.

Un elicottero del corpo forestale sta sorvolando la zona. Nella zona in cui i due velivoli sono precipitati è in atto un vasto incendio che i vigili del fuoco stanno tentando di estinguere. I vigili del fuoco stanno cercando di circoscrivere le fiamme affinché l’incendio non raggiunga la frazione di Casa Murana.

ore 17:10 Sarebbero due Tornado dell'Aeronautica Militare gli aerei coinvolti nell'incidente avvenuto nelle Marche questo pomeriggio. Secondo quanto riferito dall’Ansa sulla base delle informazioni ricevute da fonti qualificate, i due jet stavano svolgendo attività addestrativa e si sarebbero scontrati in volo.

Un incendio preceduto da un forte boato era stato segnalato fra le località di Olibra e Venarotta, non lontano da Ascoli Piceno.

Sul luogo dell’impatto stanno intervenendo vigili del fuoco e carabinieri.

ISRAEL-MULTINATIONAL-DEFENSE-BLUE FLAG-

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 370 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO