Maltempo Liguria, Allerta 2 fino alle 16 di lunedì 1 dicembre

L'allerta 2 dura dalle ore 15 di domenica 30 novembre alle 16 di lunedì 1 dicembre.

30 novembre 2014 - Inizio di settimana all’insegna del maltempo in quasi tutto il Paese, con la Protezione Civile che impegnata nel comunicare la situazioni più a rischio. E’ ancora una volta la Liguria, già martoriata dal maltempo nelle ultime settimane, la regione più a rischio:

Sulla base dei fenomeni previsti è stata valutata per domani criticità rossa per rischio idrogeologico sul ponente ligure. Criticità arancione, per rischio idraulico, è indicata sulla pianura occidentale lombarda, in Piemonte sulle colline, sulle pianure cuneese e torinese e sulla valle del Tanaro e in Veneto sulle zone dell’alto Brenta-Bacchiglione-Alpone; criticità sempre arancione, ma per rischio idrogeologico, sulla restante parte della Liguria, su diverse zone della Lombardia settentrionale, sulle zone venete del Piave pedemontano, su tutto il Friuli Venezia Giulia, su gran parte della Toscana, sulle zone tirreniche di Lazio e Campania e sull’Alto Volturno-Medio Sangro in Molise.

In Liguria, in particolare, è allerta 2 fino alle 16 del 1 dicembre 2014 tra le province di Imperia e di Savona. Allerta 1 nel Genovese. Sono previste, per l’intera giornata di domani, precipitazioni temporalesche in tutto il nord Italia, dal Piemonte alla Toscana, passando per Lombardia e Trentino.

27 novembre 2014 - È di nuovo allerta meteo in Toscana, in Piemonte e in Liguria. La Regione Liguria, in particolare, ha diffuso un bollettino di allerta 2 dalle ore 21 di questa sera fino alle 18 di domani, 28 novembre 2014, sia a Genova, inclusa l'entroterra, la valle Stura, la val Trebbia e la val d'Avello, sia su tutto il Levante ligure e la parte orientale della provincia di Savona, mentre nel resto del territorio savonese l'allerta per il rischio idrogeologico è di livello 1. Domani la criticità è valutata di secondo livello anche sul basso Piemonte, mentre è gialla sul Ponente ligure, la Valle del Tanaro in Pimonte, i settori occidentali della Lombardia, della Toscana, dell'Umbria, del Friuli Venezia Giulia e gran parte della Sardegna dove però stasera è prevista burrasca così come sulla Sicilia. Secondo le previsioni i rovesci di stasera saranno di forte intensità con frequente attività elettrica e forti raffiche di vento.

Domani scuole e università chiuse a Genova, così come i vari parchi pubblici, cimiteri, impianti sportivi.

Maltempo, allerta meteo: 19 novembre

19 novembre 2014

- L’emergenza maltempo sta lentamente sfumando, le prossime ore dovrebbe dare un po’ di tregua al Paese almeno fino alla prossima settimana, ma le conseguenze di questi giorni di pioggia e temporali si stanno ancora facendo sentire. Questa mattina, intorno alle 5, una frana si è staccata da una parete rocciosa a Campione del Garda, in provincia di Brescia, colpendo una ventina di auto parcheggiate nei paraggi. Vista l’ora e la distanza dalle abitazioni, per fortuna, non si sono registrati feriti o danni a case.

Intanto, fino al pomeriggio di oggi, resta l’allerta lungo tutto il corso del Po. Lo conferma la Protezione Civile:

le regioni centro-meridionali saranno ancora interessate da precipitazioni anche a carattere di rovescio o temporale, più frequenti e probabili su Toscana e zone interne delle regioni centrali. Da giovedì un campo di alta pressione si posizionerà sul Mediterraneo centrale garantendo condizioni di tempo stabile e soleggiato almeno fino alla giornata di domenica.

Maltempo, allerta meteo: il Po continua a preoccupare

19.47 -

La Protezione Civile ha diramato una nuova allerta meteo per le prossime ore, prevedendo pioggia fino a domani al centro-sud, che sarà più intensa e frequente in Toscana e nelle zone interne delle regioni centrali. Le zone più critiche in queste ore si trovano a Nord, dove in diverse aree sono state segnalate criticità idrogeologiche, con il Po considerato oramai osservato speciale. Criticità rossa viene segnalata in pianura lombarda est, su molte pianure emiliane e in Polesine, nel Veneto. La perturbazione nelle prossime ore colpirà anche il centrosud, specie sul versante tirrenico, con piogge e temporali anche molto intensi, accompagnati da fulmini e forti raffiche di vento, già da stasera su Campania, Basilicata e Calabria settentrionale, ma anche a Roma (dove il Tevere lambisce da questa mattina le banchine) gli uomini della Polizia fluviale e della Protezione Civile tengono sotto stretta osservazione Aniene e Tevere.

Da giovedì il vortice di alta pressione sul Mediterraneo porterà tempo soleggiato, almeno fino a domenica, su tutto il centronord.

Piemonte, Liguria e Lombardia sono letteralmente in ginocchio e la conta dei danni ancora approssimativa, anche perchè le piogge delle prossime ore potrebbero ulteriormente peggiorare i danni: le province più colpite in Piemonte sono Biella, dove è alto il rischio frane, e Verbania, dove i laghi Maggiore e D'Orta preoccupano non poco

11.00 - Il maltempo sull'Italia sta gradualmente passando e nei prossimi giorni la tregua dovrebbe reggere. Ma questo non significa che tutte le emergenze siano passate. Fa ancora paura il Po, il cui livello dell'acqua ha raggiunto gli 8/9 metri, pericolosamente vicino agli 11 metri degli argini, necessario anche che gli argini riescano a "riposare" un po', visto che sono giorni che sopportano una mole impressionante di acqua. Secondo le stime il colmo della piena è atteso nel pomeriggio a Boretto a livello di 8,20 metri.

Preallarme in Romagna per la piena del bacino dei fiumi Uniti. Il provvedimento riguarda il Montone, il Bidente, il Rabbi ed il Ronco. Nel frattempo, dal nord al centro, si fanno i conti con decine e decine di frane che stanno seguendo l'ondata di maltempo e che potrebbero ancora andare avanti: i terreni hanno caricato troppa acqua che non viene assorbita, e così frane e smottamenti stanno diventando all'ordine del giorno.

Fa ancora parlare l'esondazione del Lago d'Orta (i danni provocati li potete vedere nel video in cima al post), anche perché si tratta di una zona che raramente si era trovato ad affrontare situazioni del genere. Ancora chiuso l'ospedale di Omegna colpito dall'esondazione (dovrebbe riaprire mercoledì), mentre Pella sta ancora facendo i conti con la gigantesca frana che l'ha colpita.

Maltempo, allerta meteo: 17 novembre

Ore 17:45

- Continua lo stato di allarme per il Po in Veneto e in Lombardia. L'onda di piena è attesa in serata a Cremona. II rischio idraulico ha fatto scattare l'allarme anche per il basso Adige e lo stato di preallarme per le zone dell'alto Brenta, del Bacchiglione e dell'Alpone.

Ore 15:00 - Il sottosegretario Graziano Delrio ha promesso che nel primo Consiglio dei Ministri utile sarà decretato lo stato di emergenza per le zone alluvionate e per i casi drammatici ed eccezionali ci saranno deroghe ai vincoli del Patto di stabilità.

Ore 10:45 - Il capo della Protezione civile, Franco Gabrielli, e il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Graziano Delrio sono oggi a Genova dove stanno incontrando le istituzioni regionali e i sindaci dei comuni che sono stati colpiti dall'alluvione.

La pioggia continua a cadere incessante ne Centro Nord e per oggi non dovrebbe dare tregua. Si teme per la piena del Po e sorvegliati speciali sono anche i laghi Maggiore e Orta

Intanto a Mignanego continuano le ricerche dell'anziano che risulta ancora disperso. A Biella è alto rischio frane e tra le province più colpite c'è anche Verbania.
A Milano e in tutta la Lombardia l'allerta idrogeologica è elevata, sopratutto nelle province di Lecco, Sondrio, Como e Varese.

Lunedì 17 novembre 2014 - Il bilancio dei morti in Nord Italia a causa dell'ondata di maltempo di questi giorni sale a tre: oltre al nonno e alla nipote deceduti nel Varesotto, infatti, c'è da segnalare anche la morte di una donna alla guida di un'auto nei pressi di Alba, annegata in un rio ingrossato dalla pioggia.

Intanto per oggi si attende un nuovo peggioramento sia al Nord sia al Centro Italia. Stamattina pioverà tra Genova e La Spezia e c'è grande preoccupazione per le zone già fortemente danneggiate come Chiavari e Rapallo. Ci saranno nubifragi anche verso la Toscana e a Carrara, nella "zona rossa", le scuole resteranno chiuse.

Nel Pomeriggio arriverà sul Lazio un fronte temporalesco dal Tirreno e ci saranno forti venti sul litorale.

Gravi disagi in Liguria e Lombardia | 16 novembre

Maltempo in Italia, 16 novembre 2014

- Tutti gli aggiornamenti. La nuova perturbazione che interessa in particolare il Centronord non dà tregua. Vediamo le situazioni, regione per regione.

Maltempo, Lazio

ore 18.30

- è stato prorogata per tutta la regione l'allerta meteo. Nalla giornata di domani sono previste forti precipitazioni, vento sostenuto e possibili smottamenti.

ore 13.05 - tra le tante brutte notizie, si segnala il salvataggio di una donna rimasta intrappolata ieri nella sua auto, sommersa dall'acqua in un sottopasso di Pomezia (Roma). Una pattuglia della polizia stradale ha estratto l'automobilista rompendo un finestrino della sua automobile. Trasportata in ospedale, la donna, incolume, è stata dimessa poco dopo.

Maltempo, Liguria

ore 19.00

- sono state sospese per oscurità le ricerche di Luciano Ballestrero, il 67enne di Serra Riccò (Ge) disperso da ieri, dopo che la piena di un torrente lo ha travolto mentre si accingeva a mettere al sicuro la sua automobile. La vettura è stata ritrovata nel greto del corso d'acqua con il freno a mano tirato e senza chiavi nel quadro, due elementi che lasciano presupporre che Ballestrero non sia mai nemmeno riuscito a raggiungere la macchina.

ore 13.00 - nel cimitero di Bolzaneto, periferia nord di Genova, uno smottamento ha fatto finire alcune decine di bare in un torrente. Anche alcuni ossari sono stati portati via dalla frana e alcune ossa sono finite in acqua.

Maltempo, Lombardia

ore 9.50

- altri due morti per il maltempo, questa volta in Lombardia. La tragedia si è consumata nella notte a Cerro di Laveno, in provincia di Varese. La forti piogge hanno provocato una frana che ha travolto una villa: le vittime sono un uomo di 70 anni e la nipote di 16. Nella casa c'erano cinque persone, tra cui i genitori della ragazza rimasta uccisa e la moglie del 70enne, che sono riusciti a scappare.

La ragazza è morta, invece, all'ospedale di Cittiglio dopo essere stata estratta ancora viva dalle macerie della villa. Il 70 enne era morto sul colpo. Le due vittime si trovavano nelle loro camere da letto, nella casa situata proprio ai piedi della collina che è franata. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco, che hanno fatto evacuare una vicina palazzina, minacciata dallo smottamento.

Liguria isolata, allerta a Roma, 15 novembre 2014

Maltempo, Liguria

Aggiornamento ore 18:00

. Continua l'allerta meteo nella Regione, con gli occhi puntati in particolare sul fiume Bisagno a rischio straripamento. Un uomo intanto risulta disperso in alta Val Polcevera, mentre la sua auto è stata ritrovata nel torrente Riasso. La Protezione Civile Regionale ha chiesto l'intervento dell'esercito. L'allerta massima è stata prorogata fino alle 8 di domani da Portofino a La Spezia: doveva terminare a mezzanotte.

È ancora emergenza. A Genova, il Sindaco Doria invita tutti a non uscire di casa.
Esonda il Rio Borzoli (fra Rivarolo e Certosa).
Esonda anche il Polcevera a ponente, così come i rii Fegino, Ruscarolo e Torbella.
Crolla parzialmente una casa a Voltri, in via delle Fabbriche.

Fermi tutti i treni sulla Genova-Torino e sulla Genova-Milano, non c'è nemmeno la possibilità di effettuare servizio sostitutivo con i bus. Ecco il surreale comunicato di Trenitalia:

«Genova, 15 novembre 2014

Circolazione sospesa sulle linee Genova-Savona-Ventimiglia, Genova-Milano e Genova-Torino per allagamenti e danneggiamenti della sede ferroviaria a causa del maltempo che sta interessando la Liguria e il Piemonte.

In particolare:

Linea Genova-Ventimiglia: circolazione sospesa tra Savona e Taggia per allagamenti tra Taggia e Albenga e per una albero caduto sui binari tra Loano e Albenga. Servizio ferroviario operativo solo tra Taggia e Ventimiglia e tra Savona e Genova.

Linee Genova -Torino e Genova - Milano: circolazione sospesa tra Arquata Scrivia e Genova per allagamenti. I tecnici di Rete Ferroviaria Italiana stanno verificando le condizioni dell’infrastruttura.

A causa della difficoltà a percorrere la rete stradale non è possibile effettuare servizi con bus sostitutivi per le tratte interrotte.

Si consiglia di utilizzare il treno solo in casi di estrema necessità».

Maltempo, Piemonte

Rischio frane a Gavi, centro di accoglienza allestito dalla Protezione civile nelle scuole elementari per la terza volta in un mese.

L’allarme di Coldiretti Alessandria, così come riportato dall’Ansa citando le parole di Simone Moroni:

«L’agricoltura dovrà pagare un conto salato. Al momento continua il monitoraggio da parte dei nostri tecnici nelle campagne dove si registrano problemi di viabilità e difficoltà di collegamento. Siamo di fronte ai drammatici effetti dei cambiamenti climaticiche si sono manifestati quest'anno con il moltiplicarsi di eventi estremi, sfasamenti stagionali e precipitazioni brevi ma intense e il repentino passaggio dal sereno al maltempo con vere e proprie bombe d'acqua che il terreno non riesce ad assorbire. L'Italia ha perso infatti negli ultimi venti anni il 15 per cento delle campagne per effetto della cementificazione e dell'abbandono provocati da un modello di sviluppo sbagliato».
15 novembre, ore 10:00

È di nuovo emergenza maltempo in Liguria, in particolare nel Ponente Ligure dove "i torrenti e i rii sono esondati.E' un bollettino di guerra", spiega l'Assessore Raffaella Paita. "Albenga, Albissola Marina e Superiore, Stella, Savona e la provincia e anche Imperia sono tutte sott'acqua".
Sul Tigullio e Fontanabuona invece, nonostante le piogge insistenti, non ci sono notizie di criticità particolari.

Maltempo, Lazio

Dal primo mattino di domani 16 novembre, e per le successive 24-36 ore, si prevedono sul Lazio precipitazioni a carattere di rovescio o temporale. Lo comunica la Protezione Civile di Roma Capitale. "I fenomeni daranno luogo a rovesci di forte intensità, possibili grandinate, frequente attività elettrica e forti raffiche di vento". L'avviso di criticità idrogeologica è di codice arancione.

Maltempo, Lombardia


Situazione critica a Milano, dove il fiume Seveso è esondato allagando la zona del Niguarda. Esondazione anche per il Lambro, che ha allagato il parco. Disagi alla circolazione, con la metropolitana bloccata e la stazione Garibaldi invasa dall'acqua

Maltempo e allerta meteo, 14 novembre 2014

14 novembre23:06

- Il sindaco di Carrara Angelo Zubbani ha firmato un’ordinanza per l’evacuazione degli uffici, dei negozi e dei piani bassi delle abitazioni che si trovano nella zona rossa di Marina di Carrara, alluvionata il 5 novembre per l’esondazione del Carrione, che sarà meglio monitorato.

L'evacuazione scatterà alle 8 di domani mattina. Chiuse anche le scuole di Marina di Carrara.

Già da questa sera è in arrivo infatti una nuova perturbazione che colpirà soprattutto il centronord: forti piogge sono previste domani, quando dovrebbero registrarsi accumuli fino a 100 mm in 24 ore, ma l'instabilità durerà anche domenica e fino a metà della prossima settimana.

Così il centro Epson Meteo:

"Già alla fine della giornata odierna arriveranno nuove piogge al Nordovest per l'avvicinarsi di un'altra intensa perturbazione, accompagnata domani da fenomeni ancora una volta intensi al Centronord e Sardegna, con il ritorno di condizioni critiche in molte regioni del Nord e su quelle centrali tirreniche".

Le piogge saranno particolarmente intense, anche a carattere di rovescio, su Piemonte, Liguria, Lombardia, Toscana, Lazio, Prealpi venete e friulane.

16.14 - Nuova forte ondata di temporali prevista sul Veneto dopo la pausa di oggi: la Protezione Civile regionale ha emesso un nuovo avviso di criticità dichiarando lo "stato di allarme rosso" (livello massimo) nell'area attraversata dal fiume Po e lo "stato di attenzione" e preallarme nel resto del territorio veneto. Indicazioni che valgono dalle 12 di domani, sabato, alle 24 di domenica.

10.08 - Un intero paese della Valle dell'Orco, Ribordone nel Parco Nazionale del Gran Paradiso in Abruzzo, è isolato da stamane per una frana causata dalle forti piogge dei giorni scorsi.

In Piemonte invece l'emergenza maltempo concede una tregua: lo rende noto la protezione civile regionale, dicendo che per le prossime 36 ore non è prevista nessuna allerta, anche se scuole e provincia resteranno chiuse oggi a Verbania, dove il lago Maggiore è uscito dagli argini e dove il lungo lago, a Pallanza, risulta ancora impraticabile.

A spaventare gli uomini della Protezione Civile e migliaia di cittadini è il fiume Po, che ha superato abbondantemente i livelli di guardia, facendo registrare a Piacenza i 7 metri sopra lo zero idrometrico.

Aggiornamento di Andrea Spinelli Barrile

Maltempo, allerta meteo: un morto a Crema, il Po è sotto osservazione

13 novembre

- Il maltempo fa ancora una vittima. Un uomo stava cercando di far defluire l'acqua dalla roggia Mulino quando è caduto, morendo annegato nonostante gli amici abbiano immediatamente chiamato soccorso. Si tratta di Armando Vagni, 36 anni di Moscazzano, impiegato come giardiniere tuttofare. Il corpo dell'uomo era rimasto incastrato sotto una pala, ma per concludere l'operazione sono state necessarie ore.

Intanto continua a preoccupare il livello raggiunto dal fiume Po: nel tratto lombardo-emiliano i livelli sono attualmente di criticità ordinaria (livello 1), salvo alla sezione di Boretto, dove il Grande Fiume è al livello 2 di criticità (criticità moderata). La fase di allarme sarà attivata a partire dalle 4 di venerdì 14 nei comuni reggiani di Boretto, Brescello, Gualtieri, Guastalla, Luzzara.

Maltempo: notizie del 12 novembre

ore 15.05

- La pioggia ha causato il black out di una centralina dell'aeroporto di Genova, bloccando l'attività della torre di controllo e impedendo agli aerei di atterrare. La centralina che gestisce le radio frequenze e le luci in pista. Gli aerei in partenza sono decollati, anche se con ritardi, quelli in arrivo sono fermi negli scali di partenza. Un volo in arrivo è stato dirottato.

12 novembre, ore 10.04 - Dieci persone sono state salvate coi gommoni a Chiavari dove l'acqua è arrivata nel centro cittadino. A Leivi i corpi dei due anziani dispersi sono stati trovati fra le macerie della loro casa, investita da una frana. Tratta in salvo, invece, una donna incinta. In Piemonte sono esondati i laghi ed è aumentata l'attenzione per il Po.

16.35 - Anche il secondo corpo dei due anziani dispersi è stato ritrovato, sempre nei pressi della loro abitazione. Come si temeva da parecchie ore, per loro non c'è stato nulla da fare.

16.18 - È stato trovato morto uno dei due anziani dispersi. Il corpo è stato individuato nei pressi della casa crollata ieri a Leivi a causa di una frana. Poche speranze per l'altra persona.

12.56 - Resta l'allerta 2 fino alla mezzanotte di oggi, anche se si teme che possa essere estesa allo stato più grave. La situazione più difficile, come detto, a Chiavari, dove è atteso l'arrivo di 40 militari per liberare il paese dal fango e dalle macerie. L'acqua si sta ormai ritirando dalle strade, anche se il livello dei fiumi rimane sotto attento monitoraggio. Sono stati intanto diffusi i nomi dei due dispersi di Leivi, si tratta di Carlo Arminise, 73 anni, e Franca Iaccino, 69; ma per loro le speranze sono molto poche. Si segnalano infine allagamenti a Cogoleto nel ponente di Genova nel quartiere di Resta.

09.32 - Il sindaco di Chiavari Roberto Levaggi ha parlato con l'AdnKronos: "Questa notte la città è stata aggredita dall’acqua e dal fango all’improvviso, i cittadini non hanno avuto il tempo di correre ai ripari. Questa mattina le strade sono ancora invase dal fango, siamo senza acqua e senza linee telefoniche, gran parte della città è senza corrente elettrica”. La circolazione dei treni tra Zoagli e Chiavari procede su un solo binario in seguito alla frana che lunedì sera ha bloccato un intercity. Per quanto riguarda le autostrade, chiusa l’uscita a Lavagna. Si segnalano allagamenti e situazioni critiche anche in val Fontanabuona, in particolar modo a San Colombano Certenoli, a causa dell'esondazione del torrente Lavagna.

11 novembre, 09.10 - Le due donne disperse nell'entroterra di Chiavari sono state salvate, ma adesso le ricerche si concentrano sui due anziani dispersi a Leivi, a poche centinaia di metri dalla casa crollata dentro la quale sono state recuperate le due donne, di cui una incinta, che stanno bene ma sono sotto choc. Frane e allagamenti si registrano in tutta la regione, dopo la pioggia intensa e i temporali che si sono abbattuti sul levante ligure e in particolare sul Tigullio. La situazione a Chiavari sta lentamente migliorando, mentre il temporale si sposta verso Ponente e arriva a Genova dove il torrente Nervi sale a livello di guardia.

Allerta più contenuta sul Piemonte meridionale e nord-orientale, su gran parte della Lombardia e sui settori occidentali emiliani e toscani, nonché sul Lazio settentrionale e sulla Sardegna meridionale oltre che su Friuli Venezia Giulia, sulla pianura occidentale lombarda e sulla pianura di Modena e Reggio Emilia.

Maltempo Liguria, scuole chiuse

11 novembre 2014

: scuole chiuse anche domani 12 novembre a Genova, Chiavari e Carasco. Oggi in Liguria scuole chiuse a Genova e Savona (in provincia di Savona anche a Albissola Marina, Bergeggi, Celle, Spotorno - solo le elementari, aperte invece materne e medie - Vado e Varazze) per tutta la giornata di oggi. Scuole chiuse anche nella riviera del Levante, compresi Bogliasco, Sori e Recco, e fino a Moneglia.

Confermate anche le chiusure
- in provincia di Genova, a Chiavari, Rapallo, Recco, Santa Margherita Ligure, Sant'Olcese, Uscio, Sori e Serra Riccò, Arenzano, Campomorone, Ceranesi, Cogoleto e Mele.
- in provincia di Savona a Vado, Albissola Marina, Bergeggi, Cengio, Spotorno, Celle, Varazze.
- in tutta la provincia di La Spezia

Maltempo Toscana, scuole chiuse

Oggi, martedì 11 novembre 2014: chiuse le scuole a Carrara, Massa, in tutta la Lunigiana, in Versilia, all'Elba.

Allerta meteo, su Twitter #allertameteoTOS

Allerta meteo, su Twitter #allertameteoLIG

Ecco l'hastag con la quale seguire il flusso dei commenti su Twitter per tutto quello che riguarda la Liguria.


Allerta meteo, Liguria

ITALY-WEATHER-SURF


01:51 - Per la mattinata si attende un’indotta di piena alla foce del fiume Magra, nello Spezzino.

01:10 - L’Agenzia regionale comunica che l’attività temporalesca è ancora intensa sulla zona tra Sestri Levante e Deiva Marina sulla costa, estesa all’entroterra della Val Petronio e dell’alta Val di Vara.

00:45 - Le due persone disperse sono una donna incinta e una signora anziana che risiederebbero nella casa crollata, ma non sono realmente disperse, pare infatti che siano rimaste imprigionate nelle rovine della loro abitazione.

00:30 - A Carasco, nell'entroterra di Chiavari in provincia di Genova, è crollata una casa e due persone risulterebbero disperse. Sono intervenuti i vigili del fuoco che stanno raccogliendo le testimonianze in zona per cercare di trovare al più presto i dispersi.

Martedì 11 novembre 2014, ore 00:15 - Notte di paura a causa del maltempo. Ci sono stati violenti nubifragi sul golfo del Tigullio e il Lavagna è esondato, a Chiavari il centro storico è allagato così come a San Colombano e a Borgonasca. I fulmini hanno messo ko la rete elettrica a Rapallo, mentre una frana sui binari tra Zoari e Chiavari ha bloccato un intercity che va da Milano a Livorno. I tecnici sono riusciti a trainare il convoglio all'indietro con un locomotore fino alla stazione di Zoagli e poi è stato portato ancora più indietro fino a Rapallo dove i passeggeri hanno potuto prendere un autobus sostitutivo.

Tromba d'aria a Genova

Lunedì 10 novembre 201419:48

- A Genova c'è stata una tromba d'aria molto forte nell'area di ponente. Una trentina di container che si trovavano nella zona portuale di Voltri, sono stati fatti volare via da raffiche di vento a 100 km/h. La tromba d'aria è arrivata all'improvviso proprio nel momento della giornata in cui il porto era in piena attività e ha fatto danni anche nel quartiere di Pra scoperchiando alcuni tetti. Non risulta che ci siano feriti.
Intanto anche per domani è previsto maltempo in quasi tutto il Sud con raffiche di burrasca e mareggiate.

Allerta Meteo: Carrara in ginocchio

13:00

- A Carrara il sindaco Angelo Zubbani ha emanato un'ordinanza affinché tutti i piani terra della zona rossa di Marina di Carrara siano evacuati. Si tratta della zona nei pressi del torrente Carrione. Il sindaco si è riunito con la Protezione Civile e l'ordinanza che è scaturita da quel meeting prevede che siano chiusi al transito i sottopassi tra Viale XX Settembre, l'argine destro e il mare.
A Carrarafiere la Protezione Civile ha allestito 200 posti letto, ma il piano prevede che siano resi disponibili altri posti negli alberghi.

Intanto a Fucecchio, in provincia di Firenze, un fulmine si è abbattuto su un centro per ragazzi autistici e tre operatori dell'Asl hanno rimediato lievi ustioni. Il fulime ha perforato il solaio del tetto, ha fatto esplodere l'impianto elettrico e ha innescato un principio di incendio. Fortunatamente tutto è avvenuto prima che il centro venisse aperto ai ragazzi che dunque ancora non c'erano al momento in cui è caduto il fulmine.

Lunedì 10 novembre 2014 - È cominciato un altro giorno di ansia nel Centro-Nord d'Italia a causa del maltempo: in Liguria e Toscana l'allarme è rosso per rischio idrogeologico, in Piemonte è arancione. A Carrara i cittadini stanno protestando occupando la sala di rappresentanza del Comune, esasperati dal fatto che le alluvioni in città siano diventate un evento ordinario e non straordinario e vogliono le dimissioni di chi si sarebbe dovuto occupare della sicurezza di una zona in cui ormai l'acqua e il fango hanno distrutto tante case e luoghi pubblici (cinema, teatro ecc.).

In Liguria ieri sera sono esondati due rivi: uno a Cornigliano, allagando cantine e primi piani delle abitazioni che si trovano nelle vicinanze, l'altro nei pressi di Staglieno, una zona già fortemente devastata dall'alluvione del 9 ottobre scorso.
Nelle zone di Brin e Bobbio alcune auto sono rimaste bloccate nei sottopassi a causa dell'improvviso innalzamento dell'acqua.
Oggi le scuole resteranno chiuse in gran parte delle zone alle prese con il maltempo.

Allerta a Genova e Carrara

Domenica 9 novembre 201420.40

- La Protezione Civile Nazionale ha rilasciato un bollettino che non fa che confermare le allerta già diramate nel pomeriggio dalle realtà locali:

La nuova estesa perturbazione atlantica, per cui era stato emesso già ieri un avviso di condizioni meteorologiche avverse, determinerà ancora nelle prossime ore un flusso di correnti umide e instabili verso le regioni centro-settentrionali, con fenomeni marcati anche su Lombardia, Toscana, Veneto e Friuli Venezia Giulia.

Per la giornata di domani, lunedì 10 novembre, rimane la criticità rossa sul Levante ligure e su parte della Toscana.

17.00 - Mentre il sito ufficiale della Protezione Civile Nazionale è ancora fermo a ieri, sul fronte locale continuano ad arrivare i bollettini per la giornata di domani. La Regione Piemonte ha diffuso un avviso di allerta arancione - moderata criticità di rischio idrogeologico - per il Basso Piemonte e l’Alessandrino - e di allerta gialla - ordinaria criticità - per il Biellese, il Verbano, l’Alto Novarese.

16.00 - Allerta anche a Carrara, colpita nei giorno scorsi da un violento nubifragio, per le prossime ore. E’ il sito ufficiale del Comune a dare tutte le informazioni ai cittadini:

Il servizio Idrologico Regionale della Toscana ha trasmesso un avviso di criticità meteo ELEVATA valido dalle ore 00.00 di Lunedì, 10 Novembre 2014 alle ore 12.00 di Martedì, 11 Novembre 2014.

Dopo una domenica di pausa, una nuova ondata di maltempo è pronta ad abbattersi sull’Italia a cominciare dalla tarda serata di oggi e almeno fino a martedì, quando si registrerà una nuova fase di relativa tranquillità.

Tra le zone più a rischio nelle prossime ore c’è Genova, già colpita da un grave alluvione poche settimane fa. La Protezione Civile, imparando dai propri errori, ha già diramato un comunicato con cui avvisa la popolazione:

La Protezione Civile Regionale ha dichiarato lo stato di Allerta 1 meteo-idrologico a partire dalle ore 18 di domenica 9 novembre fino alle ore 23.59 di lunedì 10 novembre. Scattano le misure previste in caso di allerta 1 e si invita la popolazione ad attenersi alle misure di autotutela.

Il sito AllertaLiguria offre ai cittadini aggiornamenti in tempo reale, mentre il sito ufficiale della Protezione Civile nazionale è fermo all’8 novembre. Da qui possiamo dedurre che al momento non si prevedono rischi per il resto del Paese, almeno non per le prossime ore.

La nuova perturbazione si sta affacciando sul Nord Italia e sulla Sardegna, portando con sé piogge e temporali e si sposterà nella giornata di domani su Liguria, Toscana, Alpi e Prealpi, dove sono previsti nubifragi intensi.

Vi aggiorneremo non appena ci saranno maggiori informazioni.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 647 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO