Terremoto 14 dicembre 2014: scossa a Gubbio

Risveglio con terremoto per gli abitanti del bacino di Gubbio: scossa di 2.8 gradi Richter avvertita anche dalla popolazione. Lo sciame sismico va avanti da giorni.

Questa mattina, intorno alle 7.15, l'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha registrato una scossa di terremoto di magnitudo 2.8 a Gubbio, in provincia di Perugia. L'ipocentro è stato segnalato a 8,5 chilometri di profondità. Non sono stati registrati danni a cose o persone. Negli ultimi giorni, la terra ha tremato spesso a Gubbio e in zona: ieri sera alle 19.35 si era infatti registrata una scossa leggermente meno forte (2.1) e a una profondità maggiore, 9,3 chilometri.

I Comuni più vicini all'epicentro, oltre a Gubbio, sono Cantiano (provincia di Pesaro Urbino), Costacciaro, Fossato di Vico, Pietralunga, Scheggia e Pascelupio, Sigillio e Valfabbrica (tutti in provincia di Perugia). Questa mattina, la scossa è stata avvertita anche dalla popolazione. Ed è arrivata al culmine di tre giorni in cui di movimenti della crosta terrestre ce ne sono stati una ventina.

Ieri, oltre alla scossa di 2.1 gradi Richter, se n'era avvertita un'altra di 2.4 gradi. Il bacino di Gubbio viene considerato come una delle zone a maggiore rischio sismico. Mercoledì 10 dicembre, in un solo giorno, la terra aveva tremato cinque volte (la più forte delle scosse di 2.6 gradi). Terremoti che avvengono a qualsiasi ora del giorno e della notte e che, naturalmente, pesano sul morale della popolazione.

Pure lunedì 8 e martedì 9 dicembre l'Ingv aveva registrato scosse, tutte superiori alla magnitudo 2, ma inferiori alla 3. Gli esperti dicono che è comunque meglio avere tanti piccoli terremoti che una scossa molto forte dopo mesi di silenzio. Da queste parti, però, c'è chi si attende da un momento all'altro una sorta di Big One. E questo non lascia tranquilli i residenti.

Terremoto a Gubbio

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO