New York: rientra l'allarme tempesta di neve, "coprifuoco" ritirato

Allerta rientrato in mattinata a New York, ancora forti disagi e allarme sulla costa Est degli States

Aggiornamento ore 15:10. Sembra che quella che doveva essere la peggiore tempesta di neve che New York avesse mai visto in realtà sia stata più clemente. Le autorità stanno riaprendo stazioni della metro e strade. Non ci sarà quindi, e per fortuna, nessuna tempesta del secolo, tant'è vero che il "coprifuoco" ordinato dal sindaco - con la chiusura anche delle scuole - per ovviare rischi e disagi del maltempo è stato revocato.

In mattinata infatti il divieto di circolazione per tutte le auto è stato revocato a New York, gli abitanti della Grande Mela si sono sono svegliati avendo davanti agli occhi diversi centimetri di neve, ma niente rispetto allo scenario che avevano previsto i meteorologi.

Il governatore dello Stato di New York Andrew Cuomo ha detto che la metropolitana e gli altri servizi nelle prossime ore saranno ripristinati:


"la tempesta è stata finora meno distruttiva di quanto previsto".

Qualche disagio in più permane a Long Island, dove la nevicata è stata più intensa e le strade possono essere ancora pericolose. L'allerta nevicate record rimane elevata sulla costa Est degli USA, in Connecticut, a Rhode Island, in Maine e Massachusetts, dove migliaia di persone sono rimaste senza elettricità, e nel New England.

(r.m.)

New York: paura per la tempesta di neve del secolo

Aggiornamento 27 gennaio 2015, ore 09:01 - Nonostante le previsioni di ieri fossero più ottimistiche, le autorità aeroportuali newyorkesi hanno dovuto cancellare ben 5000 voli nell'arco di tutta la giornata. Il sindaco di New York ha disposto un vero e proprio coprifuoco per la cittadinanza, alla quale è stato suggerito di non uscire di casa dopo le ore 23 e vietato la circolazione proprio da quell'ora, a partire da ieri e fino a nuovo ordine.

Si tratta, com'è evidente, di una misura senza precedenti per fronteggiare un’emergenza che, secondo le previsioni, sarà assolutamente eccezionale: in città sono attesi da 60 a 90 centimetri di neve, con venti che potrebbero superare i 100 chilometri orari.

Il governatore di New York Andrew Cuomo ha proclamato lo stato d’emergenza, così come la città di Philadelphia; migliaia di tonnellate di sale sono state sparse per tutta la città di New York: le Nazioni Unite hanno chiuso il quartier generale di Manhattan lunedì e oggi, rinviando così a domani il discorso che il presidente israeliano Rivlin doveva tenere in occasione della Giornata internazionale della memoria.

Per scongiurare il blocco assoluto che per alcune ore aveva letteralmente paralizzato la città lo scorso anno il sindaco De Blasio ha mobilitato tutti i 1.800 spazzaneve della città e circa 500 mezzi spargisale per ripulire le 6.000 miglia di strade della città.

Tempesta di neve 2015 a New York

Tempesta di neve 2015 a New York

New York: arriva la peggiore tempesta di neve della storia

New York si prepara a fare i conti con "la peggiore tempesta di neve della storia". Come è stata definita dal sindaco della Grande Mela, Bill De Blasio. "Sta arrivando una cosa mai vista, ma tutto è pronto per affrontare l'ondata eccezionale di maltempo attesa per le prossime ore". Preventivamente, è prevista la cancellazione di 1.700 voli.

"Monster Storm", che interessa l'intero nordest degli Usa, a New York e Boston dovrebbe lasciare al suolo un metro di neve, con precipitazioni di pioggia ghiacciata e fortissime raffiche di vento dal New Yersey al Connecticut. Ripercussioni sono previste per la circolazione e per i pendolari. De Blasio ha già esortato i cittadini a stare a casa e a prepararsi "a qualcosa di ben peggiore di quanto si sia mai visto prima".

Si teme un piccolo fino a 76 centimetri di neve, otto in più del precedente record di 68 cm., fatto registrare sempre a New York tra l'11 e il 12 febbraio 2006, quando la città rimase praticamente paralizzata. Delta Airlines ha fatto sapere di aver annullato 600 voli, United Airlines ha deciso di sospenderli fino a domani negli scali di New York, Boston e Philadelphia. Da stasera limiterà le operazioni da Newark, LaGuardia e dal John F. Kennedy nell'area della metropoli. Southwest Airlines cancellerà 130 dei suoi 3.410 voli in programma oggi. American Airlines deciderà oggi come procedere.

L'arrivo della tempesta perfetta è previsto quando da noi sarà notte e per le successive 24 ore. De Blasio ha dispensato consigli anche su twitter, scrivendo: "Preparatevi per la tempesta di domani. Se dovete andare a lavoro, arrivate presto e tornate a casa presto. Sarà rischioso trovarsi per strada durante la nevicata".




Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO